CPU

Core i7-8700K nelle mani degli overclocker supera 7,4 GHz

Il processore Core i7-8700K, il nuovo top di gamma mainstream di Intel, si è confermato nei test la migliore CPU per il gaming – in termini puramente prestazionali. Il processore Coffee Lake, dotato di 6 core e 12 thread, è come sempre finito subito nelle mani degli overclocker che l'hanno messo sotto torchio.

Se per i nostri scopi di test ci siamo fermati a 4,9 GHz, c'è chi si è spinto ben oltre grazie al raffreddamento ad azoto liquido. L'overclocker Kovan Yang ha raggiunto quella che al momento è la frequenza più alta, 7405 MHz, il 100% in più rispetto alla frequenza base di 3,7 GHz. Il test è stato svolto su una scheda madre Z370 Godlike Gaming di MSI.

overclock 8700k hwbot JPG

A seguire il più noto der8auer, con una frequenza massima di 7300 MHz (qui un video delle sue prove) su motherboard Asus Maximus X Apex. In entrambi i casi core e thread all'interno della CPU erano totalmente attivi.

asus oc team JPG
Alex@ro, elmor, der8auer, Rsannino, shamino

Nel complesso il team di Asus composto da Alex@ro, elmor, der8auer, Rsannino (il grande Roberto Sannino) e shamino hanno raggiunto risultati davvero ragguardevoli, con il nuovo processore di Intel che ha fatto segnare due nuovi record mondiali e nove primi posti tra le CPU a sei core nelle classifiche di HWBot.

Per raggiungere questi risultati gli overclocker non hanno avuto semplice fortuna, ma hanno potuto anche selezionare le CPU più valide da un lotto. I processori sono stati provati anzitutto ad aria con il benchmark multi-thread Cinebench a frequenze e tensioni tali da far emergere solo i migliori.

core i7 8700k binning JPG
Volete un po' di Core i7-8700K?

Dopo questo passaggio gli appassionati si sono concentrati solo su un campione ristretto, pari al 10-15% dei sample, che è stato ulteriormente testato per controllare come la vCore scalava all'aumentare della frequenza. Il passaggio successivo è stato quello di fare il delidding delle CPU per rimpiazzare la pasta termica scelta di Intel e poi si è passati al raffreddamento ad azoto liquido.

"Di solito alcuni sample mostrano disgressioni se raffreddati oltre una determinata temperatura. Con Coffee Lake i problemi non sono stati gravi, in quanto le CPU possono fare il POST a temperature sufficientemente vicine ai limiti di raffreddamento dell'azoto (-180 / – 190°C)" si legge in passaggio sul blog di Asus. "Alla peggio le CPU devono essere riscaldate a – 150 °C per aggirare il temuto cold-bug". Un processo di selezione ha riguardato anche le memorie.

core i7 8700k rsannino JPG
Roberto Sannino versa la zup… no scusate, l'azoto liquido.

"Quando overcloccata a 6,5 GHz, una CPU Coffee Lake a 6 core può richiedere oltre 600 watt sotto pieno carico e la soluzione di alimentazione a 8 fasi della Apex è più che sufficiente per quel compito. Questa sezione ripaga anche nel raffreddamento convenzionale. Secondo i dati ottenuti nel processo di selezione, il 50% di queste prime CPU a sei core può raggiungere 5 GHz sotto raffreddamento a liquido", hanno spiegato gli overclocker, anteponendo un "se le CPU sul mercato si comporteranno allo stesso modo" che più che mettere le mani avanti è un auspicio.


Core i3-8100 Core i3-8100
Core i5-8600K Core i5-8600K
Core i7-8700 Core i7-8700
Core i7-8700K Core i7-8700K
Core i3-8350K Core i3-8350K
Core i5-8400 Core i5-8400