Case e PC Completi

Corsair iCUE 5000X RGB | Recensione

Qualche mese fa vi abbiamo parlato sul nostro canale YouTube del Corsair iCUE 4000X RGB, case molto bello e che ci ha convinto sotto diversi punti di vista, ma con qualche piccolo problema in termini di temperature, soprattutto se confrontato con il fratello 4000D Airflow. Oggi parliamo del nuovo Corsair iCUE 5000X RGB, nuovo chassis presentato dalla casa californiana che punta a perfezionare tutte le incertezze viste sul modello precedente. Ci riuscirà? Scopriamolo.

Il Corsair iCUE 5000X RGB sarà disponibile all’acquisto a un prezzo di 189 euro, 70 euro in più rispetto al modello precedente a cui poi dovrete aggiungere il costo di altre ventole, necessarie per massimizzare le prestazioni di raffreddamento; il case infatti ne integra solamente tre da 120mm, RGB e con tecnologia AirGuide, tutte installate sul pannello frontale.

Caratteristiche

Il nuovo chassis di Corsair misura 520x245x520 mm ed è leggermente più grande del 4000X. La maggior profondità permette di far entrare più aria dai lati, mentre i centimetri in più in altezza consentono di installare radiatori più spessi nella parte alta.

Corsair iCUE 5000X RGB

La versione che abbiamo ricevuto da Corsair è bianca, perfetta per mettere in risalto i LED RGB della propria build. Corsair include nel case il Lighting Node CORE, un piccolo hub che mette a disposizione 12 header, 6 dedicati agli RGB delle ventole e altri 6 4 pin per eventuali strisce RGB o altri componenti. Questo piccolo accessorio si alimenta tramite connessione SATA, si collega al PC tramite un USB 2.0 interno e permette di sincronizzare e gestire l’illuminazione facilmente tramite il software iCUE.

Corsair iCUE 5000X RGB

Il Corsair 5000X RGB è circondato da vetro temperato: lo troviamo sul davanti, sopra e su entrambi i lati. Sulla nostra versione è completamente trasparente, ma nel modello nero il vetro è oscurato e nasconde buona parte dei componenti non illuminati da LED RGB; il lato positivo è che anche i cavi non si vedono, quindi nessuno noterà un cable management non proprio perfetto.

Tipologia ATX mid tower
Schede madri supportate Mini-ITX, Micro-ATX, ATX
Dimensioni 520 x 245 x 520 mm
Lunghezza massima GPU 420 mm
Altezza massima dissipatore 170 mm
Lunghezza massima CPU 225 mm
Slot HDD / SSD 2x 3,5″ / 2,5″; 3x 2.5″
Slot d’espansione 7 + 2 (verticali)
Pannello I/O 2x USB 3.0, USB-C, combo jack 3.5mm
Ventole frontali 2x 140mm, 3x 120mm (3x 120 mm RGB incluse)
Ventole posteriori 1x 120mm
Ventole superiori 2x 140mm, 3x 120mm
Ventole laterali 3x 120mm
RGB Sì (ventole frontali)
Warranty 2 anni

Il pannello I/O si trova in alto e mette a disposizione due USB 3.0, una USB-C, un combo jack da 3,5mm per cuffie e microfono e i classici tasti di accessione e reset. È un peccato che i connettori jack non siano separati, ma la maggior parte delle cuffie con microfono integrato usano una connessione USB, quindi non è un gran problema.

Corsair iCUE 5000X RGB

Le paratie in vetro temperato si rimuovono facilmente, basta togliere le due viti poste sul pannello posteriore, mentre per rimuovere la copertura frontale e superiore basta tirare, l’importante è non usare troppa forza per non rompere le clip di fissaggio. L’interno del case è spazioso e può ospitare schede video lunghe fino a 420mm e dissipatori fino a 170mm.

Nella parte inferiore è possibile installare alimentatori fino a 225mm e due Hard Disk da 3,5”, il tutto nascosto da una copertura che contribuisce a migliorare l’estetica generale del PC.

Corsair iCUE 5000X RGB

A completare lo spazio a disposizione delle unità di archiviazione, dietro la scheda madre abbiamo tre alloggiamenti per unità 2,5”. Avremmo gradito avere qualche slot in più viste le dimensioni generali, specialmente per HDD 3,5”, ma quelli a disposizione dovrebbero comunque consentire a buona parte degli utenti di aggiungere tutto lo storage di cui hanno bisogno.

Come detto anche il pannello laterale di destra è in vetro temperato, ma (per fortuna) il Corsair iCUE 5000X RGB mette a disposizione una paratia in metallo che nasconde i cavi e contribuisce a mantenere un’estetica pulita.

Raffreddamento

Come detto in apertura, il nuovo Corsair iCUE 5000X RGB punta a migliorare il difetto più grande del 4000X, le prestazioni in raffreddamento. Cerca di farlo aumentando lo spazio di ingresso dell’aria con un’ampia griglia laterale e senza intaccare troppo l’estetica generale, aspetto molto importante per chi cerca un case con tante paratie in vetro.

Per migliorare le prestazioni di raffreddamento è necessario aggiungere delle ventole alle tre già incluse in confezione. Sopra è possibile installare 3 ventole da 120mm o 2 da 140mm, sul retro 1 da 120mm e sulla griglia laterale 3 da 120mm. In ogni punto in cui è possibile installare una ventola sono presenti dei filtri antipolvere.

Corsair iCUE 5000X RGB

Se volete sfruttare un raffreddamento a liquido AIO per la CPU, la cosa migliore è installare un modello da 360mm o 280mm in alto, con le ventole in exhaust. Se invece avete intenzione di assemblare un sistema custom loop, è possibile installare radiatori fino a 360mm sopra e davanti, mentre il retro può ospitarne uno da 120mm; in confezione Corsair include anche un adattatore che permette di installare sul frontale radiatori più spessi, ma sarà necessario rimuovere la gabbia per gli HDD 3,5″ oppure usare un alimentatore più corto per avere abbastanza spazio. Tecnicamente è possibile mettere un radiatore da 360mm anche lateralmente, ma dovrete rimuovere la copertura e usare un modello sottile, così da non interferire con la scheda video.

Assemblaggio e cable management

Assemblare all’interno del Corsair iCUE 5000X RGB è molto semplice: le dimensioni del case offrono tanto spazio in cui lavorare e i componenti si installano senza troppa difficoltà. Potreste avere qualche grattacapo nel montare l’alimentatore, specialmente se usate un modello molto grande, ma basterà spostare la gabbia per gli Hard Disk per risolvere.

Corsair iCUE 5000X RGB

In un case come questo, che lascia tutto in bella mostra, un buon cable management è fondamentale. Il Corsair iCUE 5000X RGB ha tutto lo spazio necessario per gestire i cavi facilmente e la copertura li nasconde in maniera perfetta, donando al tutto un look davvero bello e pulito.

Per rendere ancora più semplice la gestione dei cavi, Corsair include in confezione un adattatore 90 gradi per il connettore USB 3.0 interno e ben 12 strisce in velcro, decisamente più comode e funzionali delle classiche fascette in plastica.

Temperatura e rumorosità

Per testare temperatura e rumorosità abbiamo usato una configurazione composta da un Core i9-9900K, raffreddato da un Noctua NH-U9S e abbinato a una RTX 2070 SUPER Founders Edition. Non abbiamo aggiunto ventole oltre alle tre incluse in confezione.

Con il sistema a pieno carico, le ventole di CPU e case al 100% e quelle della scheda video al 75%, il Corsair iCUE 5000X RGB fa registrare 44dB a circa 60cm di distanza. Le paratie in vetro contribuiscono a ridurre la rumorosità, non eccessiva e inferiore a quella del 4000X (48dB), che però integra ventole 100RPM più lente.

Per quanto riguarda invece le temperature, nello stesso scenario il Corsair iCUE 5000X RGB si assesta sui 68°C, migliorando di un paio di gradi i risultati ottenuti dal 4000X; è quello che ci aspettavamo, viste le dimensioni maggiori e l’intake aggiuntivo presente.

Corsair iCUE 5000X RGB

Abbiamo effettuato dei test anche aggiungendo tre ventole ML120 sul lato, così da sfruttare al meglio lo spazio aggiuntivo. Purtroppo, i risultati ottenuti non sono molto soddisfacenti: la rumorosità sale a 48dB, mentre la temperatura scende solamente di 2°C sul processore. Leggermente meglio la situazione della scheda video, dove registriamo quasi 5°C in meno.

Rimuovere la copertura migliora ulteriormente il flusso d’aria e riduce leggermente sia il rumore (circa 47,5dB) che la temperatura, che si assesta intorno ai 64°C. Vi consigliamo di usare questa configurazione, anche se la scelta migliore è indubbiamente installare un sistema di raffreddamento a liquido, che sia un custom loop o un AIO di grandi dimensioni; il case offre lo spazio necessario per farlo ed è un peccato non sfruttarlo a dovere.

Conclusioni

Il Corsair iCUE 5000X RGB è ben progettato, facile da usare, molto bello esteticamente e costruito con materiali di qualità. Non è particolarmente economico, certo, ma viste le caratteristiche il prezzo di 189 euro non ci sembra poi così esagerato.

Rispetto all’iCUE 4000X RGB troviamo un pannello I/O più ricco e un intake aggiuntivo per migliorare il raffreddamento, uno dei punti critici del modello precedente.

Corsair iCUE 5000X RGB

Il raffreddamento è però proprio l’aspetto che ci lascia più l’amaro in bocca: per massimizzare le prestazioni è necessario acquistare altre ventole e, in un sistema raffreddato completamente ad aria, l’intake aggiuntivo non offre un vantaggio tale da giustificare gli oltre 100€ in più che si spenderebbero per acquistare il 5000X (e le ventole aggiuntive) anziché il 4000X.

Questo però non fa del Corsair iCUE 5000X RGB un brutto case, anzi, è un’ottima scelta per chiunque voglia uno chassis spazioso, in cui installare un raffreddamento a liquido AIO o un intero sistema custom. Semplicemente, crediamo che se vi piace questo tipo di estetica, ma volete raffreddare la vostra configurazione completamente ad aria e avete un budget limitato, potete tranquillamente acquistare il 4000X RGB e reinvestire i soldi risparmiati in altri componenti, così da migliorare le prestazioni del sistema.

Corsair iCUE 5000X RGB


Il Corsair iCUE 5000X RGB è un ottimo case, ideale per chi ama l'estetica e vuole costruire una build di fascia alta con raffreddamento a liquido. Assemblare all'interno di questo chassis è semplice, c'è spazio a sufficienza per qualsiasi configurazione e per un ottimo cable management, grazie anche alle coperture e alla presenza di molte fascette di velcro. Se però volete assemblare un sistema raffreddato completamente ad aria, vi consigliamo di valutare il 4000X RGB; la differenza in termini di temperature è marginale e l'estetica è molto simile, ma sceglierlo vi consentirà di risparmiare oltre 100 euro.

Pro

  • Estetica bella ed elegante
  • Facilità di assemblaggio all'interno
  • Cable management studiato bene
  • HUB per ventole e RGB integrato

Contro

  • L'intake aggiuntivo non incide molto sulle prestazioni di raffreddamento