CPU

CPU, 2010 senza competizione: Intel stra-domina

Il 2010 si è chiuso con Intel assolutamente dominatrice del mercato dei microprocessori, con una quota dell’81 percento – se guardiamo al fatturato del mercato. Secondo un’analisi condotta da iSuppli, il colosso statunitense non è stato solamente in grado di mantenere una quota elevatissima, ma anche di incrementarla leggermente  (+0,4 percento) rispetto al 2009.

AMD, la rivale storica di Intel, ha invece continuato ad arretrare, passando dal 12,2 percento all’11,4 percento. La restante quota, il 7,6 percento è nelle mani di altri produttori che realizzano microprocessori x86, RISC e altre soluzioni general-purpose.

“Il 2010 è stato un periodo di grande transizione nel mercato dei microprocessori, con i produttori che hanno fatto fronte a una serie di cambiamenti, che vanno dal pericolo posto dai tablet alla ripresa post-recessione, fino alla rivoluzione tecnologica dei processori con grafica integrata”, ha dichiarato Matthew Wilkins di iSuppli.

I dati dell’ultimo trimestre del 2010 vedono Intel con l’81,5 percento del fatturato, un incremento dello 0,5 percento rispetto alla fine del 2009 e dello 0,7 percento rispetto al terzo trimestre. AMD dal canto suo ha raccolto una quota del 10,9 percento, in calo rispetto al terzo trimestre (11,4%) e al quarto trimestre 2009 (12,2%).

Globalmente le vendite del mercato microprocessori sono cresciute del 25 percento, toccando i 40 miliardi di dollari. Nel 2009, al contrario, si era registrata una contrazione del 9 percento.

L’anno scorso è stato l’anno dei tablet, come l’iPad e il Galaxy Tab. Secondo iSuppli sono state vendute 17,4 milioni di unità nel 2010 e il dato crescerà a oltre 240 milioni nel 2015. Di conseguenza il fatturato di questo segmento di mercato rappresenta una grande opportunità per tutti, non solo per le aziende come Samsung e Apple, ma anche i player del mercato PC come AMD e Intel.