Schede madre

Cresce l’interesse per il file-sharing anonim

Da quando l’industria della musica ha dichiarato le sue intenzioni
di denunciare i fruitori di programmi di file sharing in rete l’interesse
attorno a queste applicazioni è massimo. “La Recording Industry
Association of America (RIAA) il 25 giugno ha annunciato che avrebbe iniziato
a raccogliere informazioni sugli utenti che offrono illegalmente in share
grandi quantità di musica protetta da copyright. L’associazione è
pronta ad azioni legali e possibili multe fino a 150.000 dollari."
ndr: approfondiremo in seguito la questione file sharing, comunque le
minacce della RIAA sono da ritenere una sorta di spauracchio, siccome a una
loro causa qualunque utente potrebbe reagire con una controcausa basata sul
fatto che l’associazione acquisisce dei dati protetti dale rigide norme sulla
privacy.

Leggi
l’articolo completo (inglese)
.