Schede Grafiche

Crysis gira male? È sempre stato così

L'uscita della demo di Crysis, sul finire della settimana scorsa, ha creato non poche polemiche. Orde di fan hanno gridato allo scandalo per le prestazioni di gioco che, anche con le migliori configurazioni possibili, non raggiungevano i parametri a cui finora un po' tutti si erano abituati.

Il gioco, ufficialmente nei negozi dal 16 novembre, ha raggiunto al fase gold ed è pronto ad andare in masterizzazione. In quanti ci potranno giocare? A sentire alcuni appassionati, nessuno. Personalmente, tutto questo trambusto mi riporta con la mente all'uscita di Far Cry, quando le schede migliori arrancavano tra l'incredulità dei loro possessori. Anche in quel caso proteste a non finire, ma ieri come oggi ci sono da tenere in considerazione diversi fattori.

Innanzitutto Crytek e i produttori di schede grafiche miglioreranno la situazione con patch e driver maggiormente ottimizzati. Secondariamente, volevamo la vera next-gen capace di ridare al PC la leadership del settore giochi? Eccola, e la qualità ha un suo prezzo. Terzo punto, che abbiamo letto in più interventi dei nostri lettori, il paragone con Bioshock non regge. Siamo di fronte a due giochi con uno scenario completamente differente, spazi chiusi a dispetto di spazi aperti e molti più dettagli da ricreare sulla scena.

Insomma, tutto questo per dire che puntualmente a ogni svolta grafica, il nuovo hardware di prima generazione ha sempre arrancanto e arrancherà anche in futuro. La nuova GeForce 8800 GT ha prestazioni simili alla GTX e si colloca come la prima ammiraglia della nuova fascia media; questo ci fa capire quale sarà lo standard della prossima fascia alta e il motivo per cui saranno create. Da Crysis in avanti la qualità dei giochi aumenterà drasticamente e l'attuale gamma Nvidia/AMD permetterà di giocare solamente a patto di sacrifici. Le 8800, uscite un anno fa, sono state un'ottima mossa da parte di Nvidia per porter affermare di avere il primo hardware DirectX 10 sul mercato e di avere la scheda più veloce. Sulle HD 2900 di AMD è meglio glissare, un progetto nato male e portato avanti ancora peggio nonostante alcune interessantissime funzionalità.

Insomma tutto questo per dire che, sono finiti i tempi del "tutto a palla", facciamocene una ragione e prepariamoci ad aprire il portafoglio perché è dalla notte dei tempi del videogaming che la qualità, quando la si vuole, la si deve pagare. Coloro che invece riescono a vivere senza risoluzioni elevatissime e dettagli altissimi potranno trovare nelle 8800 e nelle 2900 delle valide proposte.