Tom's Hardware Italia
Computer Portatili

Prestazioni, autonomia e configurazioni

Pagina 2: Prestazioni, autonomia e configurazioni
La configurazione oggetto di test è quella al top di gamma, con CPU Intel Core i7-8705G, 16 GB di RAM e un SSD PCIe NVMe da 1 TB. Così configurato l'XPS 15 2-in-1 è una bomba per la gestione delle attività ordinarie. Durante i test non ha avuto problemi a gestire 30 schede aperte in […]

La configurazione oggetto di test è quella al top di gamma, con CPU Intel Core i7-8705G, 16 GB di RAM e un SSD PCIe NVMe da 1 TB. Così configurato l'XPS 15 2-in-1 è una bomba per la gestione delle attività ordinarie. Durante i test non ha avuto problemi a gestire 30 schede aperte in Google Chrome, inclusa una con lo streaming video a 1080p.

 

Nel test di prestazioni Geekbench 4 l'XPS ha spuntato 15.040 punti, superando agevolmente la media della categoria (9.820 punti) e il Lenovo Yoga 720 (11.951 punti con CPU Core i7-7700). Notevole anche la velocità dell'SSD, che ha impiegato 13 secondi per duplicare 4,97 GB di file multimediali misti, per una velocità di 391,5 MBps. Un valore molto al di sopra della media (273,86 MBps) e dello Yoga 720 (267,9 MBps).

 

Il 2-in-1 di Dell inoltre ha ottenuto il risultato più alto di tutti i concorrenti nel test di editing video con HandBrake, se escludiamo l'Asus ROG Strix GL702ZC che ha fatto meglio, ma parliamo di un'altra categoria di prodotto. La transcodifica di un video 4K a 1080p è stata completata in 14 minuti e 10 secondi, contro una media di categoria di 22 minuti e 5 secondi.

Grafica e giochi

L'XPS 15 2-in-1 è il primo notebook in test con processore Kaby Lake G, una CPU Intel di ottava generazione affiancata dalla GPU AMD Radeon RX Vega M. I risultati sono impressionanti per un sistema che non ha una grafica dedicata.

 

Con il benchmark sintetico 3DMark Ice Storm Unlimited l'XPS 15 2-in-1 ha ottenuto 150.257 punti, battendo la media della categoria (82.122 punti) e il Lenovo Yoga 720 con Nvidia GeForce GTX 1050. Quando abbiamo eseguito il benchmark di Dirt 3 l'XPS 15 ha sfornato 185.6 frame al secondo. La GPU Radeon RX Vega M non si è dimostrata abbastanza potente da racimolare risultati degni di nota con i giochi reali che usiamo per testare le gaming machine, tuttavia è riuscita a gestire la suite di test per i prodotti di fascia economica. Con il benchmark di The Rise of the Tomb Raider con impostazioni High ha visualizzato 44,4 FPS, contro 39 FPS dello Yoga 720 con GTX 1050.

 

Con Grand Theft Auto V su impostazione alte, e abbassando la maggior parte degli effetti speciali, abbiamo ottenuto un valore compreso tra 57 e 60 FPS, ma è da evidenziare un notevole tearing dello schermo. In un incidente d'auto particolarmente brutto il framerate è sceso a 30 FPS prima di riprendersi.

Durata della batteria

L'autonomia dell'XPS 15 2-in-1 non è certo il suo punto di forza. Con il nostro test di navigazione web via Wi-Fi con retroilluminazione dello schermo a 150 candele è stato acceso solo per 6 ore e 28 minuti. La media della categoria di riferimento è di 8 ore e 48 minuti, e il tempo registrato è a nostro avviso da considerarsi scarso per qualsiasi notebook con un prezzo così elevato. Lo schermo 4K spiega parzialmente il risultato, ed è altamente possibile che la versione 1080p registri tempi superiori in quanto gli schermi 4K consumano mediamente di più, ma non siamo stati in grado di verificarlo.

 

Inoltre, nonostante Dell precisi che il sistema di raffreddamento implementato sia più che efficiente grazie alle doppie ventole e all'isolamento termico, durante i test abbiamo rilevato valori un po' alti. Dopo aver riprodotto un video HD da YouTube per 15 minuti abbiamo misurato 29,4 gradi sul touchpad, 34,1 gradi al centro della tastiera e 35,8 gradi sul fondo della base. Quest'ultima misura è superiore alla nostra soglia di comfort, fissata per convenzione a 35 gradi.

Nella sessione di gioco con Grand Theft Auto V il touchpad è rimasto alla stessa temperatura, il centro della tastiera si è surriscaldato a 43,3 gradi, mentre sul fondo abbiamo registrato 45 gradi.

Configurazioni

Sul sito di Dell Italia ci sono quattro configurazioni di base per l'XPS 15 2-in-1. Nel momento in cui scriviamo il modello di fascia più bassa è proposto a un prezzo di 1.799 euro (contro un prezzo di listino di 1.828,23 euro). La configurazione prevede la CPU Core i5-8305G, 8 GB di RAM, SSD PCIe M.2 2280 da 256 GB, grafica Radeon RX Vega 870 con 4 GB di memoria grafica HMB2 e schermo Full HD.

Cattura JPG

Spendendo 1.999 euro (2.028,23 euro di listino) si ha una CPU più potente, Core i7-8705G e un SSD PCIe M.2 2280 da 512 GB, mentre se volete 16 GB di RAM anziché 8 GB (tutto il resto rimane invariato) dovrete sborsare 2.499 euro.

Come detto sopra, il modello di test è il top di gamma, che costa 2.799 euro e in più delle versioni finora descritte ha l'SSD da 1 TB.

Conclusioni

L'XPS 15 2-in-1 ha molto da offrire. Le prestazioni dovute alla CPU Kaby Lake G e alla grafica AMD Radeon sono elevate, lo schermo 4K è di altissima qualità e la tastiera Maglev consente una qualità di digitazione incredibile. Dell tuttavia non è stata in grado di ottimizzare il posizionamento della webcam, e di garantire un'autonomia superiore alle 7 ore.

Nonostante questi inconvenienti, se siete alla ricerca di un 2-in-1 sottile e con prestazioni elevate l'XPS 15 resta una scelta vincente. Se avete bisogno di un'autonomia superiore prendete in considerazione lo Yoga 720 da 15,6 pollici. Se però la vostra attenzione è tutta incentrata sullo schermo, sappiate che con nessun concorrente avrete una qualità simile.