Schede Grafiche

Dovreste comprare una scheda video usata?

Dovreste comprare una scheda video usata? A periodi alterni le criptovalute sembrano acquisire un grande valore e le migliori schede grafiche vengono acquistate in massa dai miner. In combinazione con la pandemia che ha già causato carenze di GPU nel 2020, gli ultimi nove mesi sono stati un periodo terribile per i giocatori di PC che cercavano di aggiornare il loro componente più critico. Se avete bisogno di una nuova scheda grafica, rivolgersi al mercato dell’usato potrebbe sembrare una buona idea, ma in questo momento anche quello presenta alcuni problemi.

La carenza di GPU è così grave che le schede di due o tre generazioni fa continuano ad essere vendute su eBay a prezzi drasticamente gonfiati. Facciamo solo un rapido esempio. La GeForce GTX 1060 6GB è stata lanciata nel luglio del 2016, ben cinque anni fa! Il prezzo di lancio iniziale per la Founders Edition era di 299 dollari, con i modelli di terze parti che partivano da 249$. Verso la fine del 2019, era facile trovare GTX 1060 da 6 GB usate su eBay per circa 150-175 dollari. Attualmente, il loro prezzo medio su eBay è stato di 314$ nelle ultime due settimane, il tutto per ottenere una vecchia scheda che potrebbe anche non funzionare correttamente!

Ecco le cose che dovresti sapere quando state pensando di acquistare una scheda grafica usata.

Nvidia RTX 3090 Founders Edition

Prezzo e prestazioni: alla ricerca di un affare

C’è un modo per determinare quale GPU dovreste acquistare e inizia con la conoscenza del vostro budget e un’aspettativa realistica delle performance ottenibili. Ovviamente, non troverete una scheda che funziona come una GPU da 700$ per 350$ in questo momento, ma in alcuni casi potreste individuare una scheda da 400$ che funziona come una 500$. Almeno, questa è la speranza.

Nel corso dei prossimi mesi probabilmente inizieremo a vedere più GPU usate presenti su eBay in seguito alla chiusura di diverse mining farm cinesi. Generalmente, dovreste evitare di acquistare una scheda usata in modo da non ereditare i problemi di qualcun altro solo per risparmiare un po’ di denaro. Tranne quando si parla di un risparmio decisamente consistente. La GeForce RTX 3060 è una GPU di ultima generazione molto interessante, con prestazioni non troppo lontane dalla GTX 1080 Ti: è solo il 5% più lenta, inoltre supporta Ray Tracing e DLSS. Dando uno sguardo su eBay la troviamo a 742$ in media, 2,25 volte in più rispetto al prezzo consigliato ufficiale. Inoltre, la GTX 1080 (più lenta della 3060) costa circa 442$ e la GTX 1080 Ti circa 625$.

Se riuscite a ottenere prestazioni simili risparmiando 125-300$ semplicemente acquistando un prodotto usato, potrebbe valerne davvero la pena. Se non volete perdere il Ray Tracing e il supporto DLSS, la RTX 2070 (non Super) funziona quasi come una RTX 3060 da 12GB, quindi potreste considerare la sua acquisizione. Tuttavia, in questo momento costa circa 755$ e una scheda più vecchia con meno memoria per un maggior quantitativo di denaro non sembra una buona scelta.

In altre parole, dovete determinare se una scheda usata rappresenta un affare o meno. E un “affare” non significa necessariamente che sia in vendita a un prezzo estremamente basso. Per il momento, i prezzi consigliati sono un po’ inutili: vale la pena ricordarli, ma la maggior parte dei prodotti viene venduta a un prezzo decisamente superiore. Forse questo cambierà nei prossimi mesi, ma un buon affare oggi sarebbe costituito da una scheda di ultima generazione che costa circa il 25% più rispetto al suo prezzo consigliato, o una scheda di precedente generazione proposta circa al prezzo consigliato.

Ci sono buone notizie in quanto i prezzi di eBay per le GPU di ultima generazione (NVIDIA Ampere e AMD RDNA2) sono scesi di circa il 15% nell’ultimo mese. Prevediamo che le schede di vecchia generazione diminuiranno di prezzo ancora più rapidamente poiché saranno meno desiderabili. L’RTX 3060, ad esempio, è solo un po’ più lenta di una GTX 1080 Ti e consuma il 30% in meno di energia. In base a questi parametri, una GTX 1080 Ti usata avrebbe senso solo se il prezzo fosse inferiore al costo di una RTX 3060, in particolare se è possibile ottenere quest’ultima nuova.

Nvidia RTX 3080 Ti Founders Edition

Preparatevi ad affrontare il peggio

Non c’è modo di dire cosa potrebbero aver fatto i precedenti proprietari con una scheda grafica quando acquistate online, quindi il nostro consiglio è di prepararsi al peggio. Non fidatevi delle informazioni fornite dal venditore. Qualsiasi inserzione che afferma che “non è mai stata utilizzata per il mining” probabilmente sta solo evitando che pensiate proprio quello. Alcuni venditori in realtà vi diranno che una scheda è stata utilizzata per il mining, ma anche in questo caso supporremmo l’impiego di overclock piuttosto alti, con schede potenzialmente spinte oltre i limiti di sicurezza. Saremmo anche diffidenti nei confronti degli articoli “come nuovi”, “solo aperti” o persino “ancora sigillati”, poiché tutti possono non corrispondere alla realtà.

La legge di Murphy qui gioca un ruolo fondamentale. Se si poteva fare qualcosa con una GPU, probabilmente è stato fatto. Ma questo non significa che una scheda non possa essere recuperata. I pad termici e la pasta termica possono deteriorarsi nel tempo e la polvere può accumularsi nelle pale delle ventole e nelle alette del dissipatore di calore. Basta un po’ di manutenzione e pulizia per far tornare la scheda come nuova estaticamente.

C’è un’eccezione a questo, tuttavia: se potete incontrarvi di persona per un acquisto, potete già pensare a come sia stata utilizzala scheda solo dandoci una veloce occhiata. Controllate la presenza di polvere e se le viti che tengono insieme la scheda sono state rimosse. Se qualcuno ha una scheda in mano e sembra pulita, specialmente negli angoli e nelle fessure, ci sono buone probabilità che non sia stata utilizzata a pieno regime per un paio d’anni.

L’età della scheda grafica è importante

Come ogni prodotto, l’età può fare una grande differenza. Non si tratta di oggetti d’antiquariato, ma è più come comprare un’auto usata. Se qualcosa ha solo un anno, anche se è stata guidata a fondo, dovrebbe comunque avere una garanzia ed è meno probabile che presenti problemi seri, mentre un’auto che ha dieci anni con oltre 190.000 chilometri potrebbe essere fonte di guai.

Se trovate un affare ragionevole su una RTX 3060, nel peggiore dei casi è stata usata 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per il mining dalla fine di febbraio 2021. Nonostante il mining 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 abbia causato sicuramente una maggiore usura rispetto all’uso di videogame per quattro o cinque ore al giorno, ci aspetteremmo comunque che una scheda che ha meno di un anno funzioni ancora alla perfezione. Una GTX 1080 Ti, invece, avrebbe potuto essere usata a periodi alterni per il mining negli ultimi quattro anni.

In breve, l’acquisto di una GPU usata di ultima generazione tende ad essere più sicuro rispetto a quello di una precedente GPU di fascia alta di diversi anni fa. Potreste essere fortunati con una GTX 1080 Ti perfetta, o potreste ritrovarvi con una 1080 Ti ormai alla fine del suo ciclo di vita, con VRM o altri componenti che hanno già iniziato a deteriorarsi.

Inoltre, se state prendendo in considerazione anche prodotti un po’ meno mainstream, tenete presente che AMD ha ora ufficialmente ritirato tutte le GPU R9 serie 300 e precedenti, insieme alle schede R9 Fury/Nano. Solo le schede della serie RX hanno ancora il supporto driver attivo. NVIDIA ha anche ritirato il supporto dei driver per le GPU GTX serie 500 e precedenti e ha annunciato che eliminerà il supporto Kepler (GTX serie 600 e 700 GPU) entro la fine dell’anno. Probabilmente non importerà molto, almeno a breve termine. Ma Windows 11 e i giochi futuri potrebbero non funzionare su schede meno recenti. Se vuoi giocare a tutti gli ultimi titoli, vi consigliamo almeno una AMD serie RX 400 o una NVIDIA serie GTX 900.

Nvidia RTX 3070 Ti

Prestate la massima attenzione alle clausole di restituzione

In generale, se acquistate qualcosa su eBay, anche se il venditore dice “non si accettano resi”, potete comunque chiedere un rimborso se il prodotto non funziona. Ma è meglio trattare con qualcuno che ha una normale politica di restituzione di 30 giorni.

In relazione a questo, fareste meglio ad acquistare qualcosa all’interno del vostro paese di residenza. Anche se la restituzione di un prodotto difettoso in Cina potrebbe essere possibile, ci vuole molto più tempo e la spedizione costerà probabilmente di più. Inoltre, potrebbe volerci una settimana od oltre affinché il prodotto arrivi a casa vostra, il che non è divertente se volete solo una scheda grafica funzionante.

Dovreste anche guardare i feedback del venditore. Non comprate nulla da un utente appena iscritto, soprattutto se l’affare sembra troppo bello per essere vero: probabilmente lo è! Qualcuno con centinaia o migliaia di transazioni passate non vorrà danneggiare la propria reputazione. Molte aziende di schede video hanno anche negozi eBay, che dovrebbero essere più sicuri di altre opzioni (supponendo che abbiano scorte in magazzino).

AMD o NVIDIA

Se state acquistando una scheda grafica usata, in particolare una che ha più di un paio di anni, le cose potrebbero essere molto diverse. Dovrete prestare attenzione alle funzionalità: ad esempio, il Ray Tracing è supportato solo sulla serie RTX di NVIDIA o sulla serie RX 6000 di AMD, mentre il DLSS richiede una scheda NVIDIA RTX. Controllate anche il consumo energetico della GPU e assicuratevi che il vostro alimentatore possa fornire abbastanza potenza per qualsiasi scheda voi stiate considerando.

Al di fuori di questi aspetti, non ci sono grossi problemi con l’acquisto di una scheda AMD o NVIDIA. Ancora una volta, utilizzate le prestazioni desiderate e il prezzo come fattori principali. Se trovate una scheda che offre le performance che desiderate a un prezzo accettabile, il marchio di solito non è un fattore critico.

Prestate attenzione anche alla VRAM, che è diventata un fattore più importante con gli ultimi giochi. Le GPU con quattro GB o meno di VRAM possono limitare le impostazioni selezionabili e persino avere difficoltà a eseguire alcuni titoli recenti con i preset minimi di qualità. AMD tende ad offrire più VRAM a un prezzo simile rispetto a NVIDIA. Fondamentalmente, se volete giocare agli ultimi giochi, 6GB dovrebbero essere il minimo assoluto.

AMD Radeon RX 6800 Series

Stress test e benchmarking

Se trovate una scheda usata che soddisfa tutti i vostri criteri e decidete di acquistarla, c’è ancora un ultimo passaggio una volta che arriverà a casa vostra: provarla! Le nostre recensioni e benchmark possono darvi un’idea di cosa aspettarvi in termini di prestazioni, supponendo che possediate una CPU e un sistema altrettanto veloci, ma la stabilità è importante tanto quanto la velocità per i componenti usati.

Vi consigliamo di eseguire alcuni benchmark impegnativi una volta ottenuta la scheda per verificare che funzioni correttamente. 3DMark potrebbe essere sufficiente, ma è molto utile se si dispone di una versione a pagamento in cui è possibile impostare di ripetere una sequenza di test 50 volte. FurMark è un buon torture test, ma qualsiasi gioco 3D impegnativo può essere sufficiente. Vi consigliamo di avere altre utility in esecuzione per controllare le temperature della GPU, la velocità della ventola e il consumo energetico. Per maggiori informazioni su come noi testiamo le schede video, vi consigliamo di leggere il nostro articolo dedicato.

Il punto è che vorrete far eseguire compiti pesanti alla GPU per assicurarvi che funzioni correttamente. In caso contrario, prima potete chiedere il rimborso e restituire il prodotto, meglio è. Dovreste anche controllare le velocità di clock e delle memorie. Se vedete solo 1.500MHz mentre giocate su un RTX 2070 o la vostra memoria funziona a una velocità inferiore a quella che dovrebbe o qualcosa non va.

Se eseguite HWInfo64, MSI Afterburner o qualche altra utility e registrate i risultati, cercate un calo delle frequenze accompagnato da un rapido aumento delle temperature. Non è insolito vedere 70-80°C su molte GPU, ma qualsiasi cosa al di sopra degli 80°C tende a essere preoccupante. Questo varia in base alla GPU (ad esempio le schede RX Vega di AMD tendevano a consumare più energia rispetto alle GPU concorrenti), quindi fate anche qualche ricerca, ma è meglio riuscire a mantenere le temperatura nella fascia dei 70”C.

Considerazioni finali sull’acquisto di una scheda grafica usata

Se leggendo questo articolo vi state preoccupando che spenderete un sacco di soldi su una scheda grafica usata solo per finire con un prodotto non funzionante, abbiamo raggiunto il nostro scopo. Dato quello che abbiamo visto nel mondo del cryptomining negli ultimi anni, saremmo riluttanti ad acquistare anche una scheda usata. Ma tempi disperati richiedono misure disperate e se la vostra GPU principale si è appena guastata o state entrando nel mondo del PC gaming per la prima volta, potreste dover prendere in considerazione una GPU usata.

Trattare con un venditore locale (ad esempio tramite Facebook Marketplace o simili) potrebbe offrirvi più tranquillità in alcuni casi, ma una volta pagato in contanti diventa molto più difficile ottenere un rimborso. Anche eBay e i siti di aste non sono necessariamente eccezionali, ma eBay tende a schierarsi con gli acquirenti molto più spesso dei venditori. Acquistate da un venditore eBay conosciuto con tanti feedback e anni di attività alle spalle e probabilmente andrete sul sicuro.

Data la scelta tra l’acquisto di una nuova scheda grafica e il risparmio di un po’ di denaro utilizzando un prodotto di generazione precedente che potrebbe funzionare un po’ peggio, normalmente consigliamo ai PC gamer di risparmiare e spendere qualcosa di più. Ma in un mondo in cui è ancora praticamente impossibile acquistare una GPU nuova senza pagare prezzi esorbitanti, guardare al mercato dell’usato potrebbe essere la vostra unica opzione ancora per un po’.

Speriamo che la carenza di GPU finisca prima o poi e che possiamo metterci tutto alle spalle ancora una volta, ma, purtroppo, serviranno ancora diversi mesi affinché ciò avvenga.