Schede Grafiche

Dying Light: prestazioni CPU e schede video a confronto

Pagina 1: Dying Light: prestazioni CPU e schede video a confronto

Introduzione

Dying Light

Dopo aver creato Dead Island la software house Techland ha presentato Dying Light, un gioco che ha alcuni chiari collegamenti con il predecessore. L'editore di Dead Island (Deep Silver) possiede la proprietà intellettuale del vecchio titolo, quindi Techland ha deciso di dare vita a un nuovo universo di gioco.

Entrambi i giochi, incentrati sugli zombie, richiamano alla mente una combinazione dei titoli di Bethesda, tra quelli di ruolo open world (Elder Scrolls, Fallout) alla serie Left 4 Dead di Valve. Dying Light, tuttavia, cerca di avere un tono più serio del suo predecessore spirituale riguardo alla grafica, all'atmosfera e alla storia.

Dying Light Dying Light

Questo gioco compie anche dei passi avanti nel sistema di combattimento rispetto ai precedenti titoli di Techland, dove tutto sembrava una mera successione di scontri uno contro uno. Dying Light, d'altra parte, vi mette in situazioni dove siete costretti ad affrontare più zombie alla volta.

Dying Light

Nella campagna vestite i panni di Kyle Crane, un operativo Global Relief Effort (GRE) inviato ad Harran per recuperare alcuni file. La zona è stata messa in quarantena dopo che un virus ha infettato la popolazione del luogo, trasformandola in zombie. Allenato specificatamente, Kyle ha un insieme di capacità maggiore rispetto agli altri umani. Tutto questo risulta essere molto utile dato che Kyle sarà spinto al limite più volte nel corso del gioco.

Dying Light

Come dicevamo Kyle è ad Harran alla ricerca di un file rubato del GRE che contiene alcune importanti informazioni che l'organizzazione non vuole che finiscano in altre mani. Scendendo sulla città, il suo paracadute s'impiglia in un palazzo. Nella caduta si fa male, viene morso da uno zombie infetto e successivamente viene salvato da una donna di nome Jade – piuttosto attraente, tra l'altro. Dopo un po' di spostamenti Kyle si trova in un posto chiamato The Tower.

The Tower è la base di un gruppo organizzato da "The Boss". Qui troviamo i "runner" che corrono per recuperare le provviste lanciate dagli aerei nella speranza che un'organizzazione rivale non vi arrivi prima. Questa organizzazione rivale è retta dal tiranno Rais, i cui sicari scatenano il caos sulla città e richiedono pagamenti per la presunta protezione dagli infetti.

Dying Light

La storia segue quindi il filone moderno: organizzazioni e governi corrotti, un leader spietato di quello che può essere descritto come un gruppo terroristico e un nemico condiviso da ambedue le parti. La trama ha i suoi momenti tristi (non c'è molto di cui essere felici in una città invasa da zombie), ma è anche piacevole. Il gioco può essere giocato sia in single-player oppure online con un massimo di altre tre persone.

Dying Light è divertente è carico di atmosfera in single-player, ma raggiunge un nuovo livello in modalità cooperativa. Ci siamo trovati incollati alla sedia per ore e ore. Il gioco è sicuramente più facile quando si crea una squadra di giocatori controllati da umani: si può infatti essere riportati in vita da loro, e così si è in grado di affrontare le zone di quarantena pericolose senza alcun problema.

Dying Light

Di notte potete optare per favorire un'invasione zombie in cui un giocatore umano online assumerà il ruolo di uno zombie cacciatore e assalterà la squadra. Gli esseri umani sono in una gara per distruggere il "nido" degli zombie, mentre il cacciatore cerca di eliminare i giocatori non infetti.

Ci sono cinque gruppi di nidi da distruggere, con gli esseri umani che hanno un numero limitato di spawn fino alla sconfitta. Queste partite sono un grande valore aggiunto per estendere la giocabilità per un gioco già pieno di quest, missioni secondarie ed esplorazione.

Quando il sole cala, Dying Light diventa assolutamente terrificante. Techland ha realmente catturato l'aspetto horror, dall'atmosfera fino all'ambiente, dalle urla al senso di paura e urgenza. Gli zombie più potenti sembra dormano durante il giorno e girino di notte, quando la vostra consapevolezza dell'ambiente è limitata dalla visione ridotta. Giocare di notte conferisce maggiori punti esperienza, ma non vale la pena a meno che non siate "drogati" di orrore.

La cosa più terrificante in cui ci siamo imbattuti sono i bambini infetti. Non si tratta solo di infanti sanguinanti con scheletri deformati, ma il loro grido è agghiacciante. Fortunatamente i bambini infetti non vi attaccano. Potete andare verso di loro, interagirvi e calmarli. Da accapponare la pelle.

Dying Light

Vorrete evitare a tutti i costi di essere attaccati, dato che significa perdere vita, una risorsa che si rigenera solo di poco. I kit medici sono essenziali per sopravvivere. La capacità visiva degli zombie, mostrata sulla mini-mappa, permette di evitarli (o quasi). 

Diciamo "quasi" poiché qualsiasi rumore, anche minimo, attira questi agili assassini. Il suono di un combattimento contro uno di loro ne attirerà altri fino a quando non saranno tutti morti o sarete fuggiti (che è quasi impossibile se non si ha il rampino).

Dying Light

Il sistema a livelli in Dying Light è più o meno simile a quello dei classici RPG: cCi sono tre alberi di abilità e potete focalizzarvi su uno in particolare. Se però giocate il titolo senza "grinding", ossia eseguendo in modo ripetitivo quest primarie o secondarie allo scopo di far crescere il personaggio, tutti e tre gli alberi delle abilità cresceranno alla stessa velocità.

Gli alberi delle abilità sono chiamati "Survivor", "Agility" e "Power". Survivor si completa finendo missioni, quest secondarie e aiutando i meno fortunati. Agility muovendovi avanti e indietro tra gli obiettivi. Guadagnate esperienza a ogni passo. Power cresce con i combattimenti corpo a corpo.

Ognuno degli alberi delle abilità, come in ogni altro RPG, ha abilità uniche che potete sbloccare. Ciò include il summenzionato rampino, la capacità di saltare da altezze maggiori senza danni, uccidere mortali con armi a due mani e così via.

Dying Light

Ci sono molte armi in questo gioco e ognuna può essere personalizzata a piacimento. Più rara è l'arma, più slot per modifiche e aggiornamenti ha, aumentando ulteriormente la sua letalità. Ci sono progetti che si trovano in tutta Harran che possono alterare come si comporta un'arma.

Alcuni aggiungono energia elettrica ai vostri colpi, e altri il fuoco e danni da sanguinamento. L'elenco potrebbe continuare. Mod e progetti sono essenziali per il successo; fanno una grande differenza in battaglia. È davvero importante esplorare e raccogliere il più possibile nella città in rovina.

Dying Light

Verso la fine del gioco è facile raccogliere alcune potenti spade. Con le mod queste possono infliggere danni incredibili. Techland, insomma, ha davvero confezionato un buon titolo. Se siete alla ricerca di un buon gioco da giocare con gli amici per un weekend, Dying Light ha la nostra raccomandazione. Detto questo, vediamo cosa serve per giocare. Speriamo abbiate almeno una scheda video con un 1 GB di memoria a disposizione!