Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Schede Grafiche

E se AMD mettesse un po’ di “Zen” anche nelle GPU?

Se ormai è piuttosto certo che Nvidia presenterà una nuova serie di schede video GeForce questa estate, le informazioni sul fronte AMD Radeon rimangono piuttosto fumose. In questi giorni però si registrano diverse indiscrezioni – che come tali vanno prese con le dovute cautele.

La prima arriva dal sito Fudzilla. Secondo il sito la prossima famiglia di GPU Navi non sarà pensata per la fascia alta, bensì per quella mainstream, con la migliore proposta pronta a sostituire la RX 580 nel 2019 con prestazioni simili alle attuali GTX 1080 / RX Vega 64.

Da quello che sappiamo le GPU Navi saranno prodotte con processo a 7 nanometri, quindi verosimilmente alle maggiori prestazioni saranno abbinati anche minori consumi. Idealmente potrebbe trattarsi di una scheda video veramente appetita da una grande fetta di appassionati. Da un punto di vista strategico, il fatto che Navi sia un progetto mainstream piuttosto che di fascia alta, potrebbe starci, dato che la maggior parte delle vendite va nella direzione delle soluzioni mainstream.

AMD GPU Roadmap

Questo però non significa che AMD non tornerà a presidiare la fascia alta. Il sito Wccftech, a tal proposito, non esclude che l’azienda ricalchi qualcosa di simile a quanto visto nell’ambito delle CPU con Ryzen Threadripper, dove un progetto modulare composto da più die ha permesso ad AMD di arrivare a coprire la fascia HEDT del settore. Così non è da escludersi una scheda video con due GPU Navi sullo stesso package. Tra l’altro, se ricordiamo bene, è qualcosa a cui sta pensando anche Nvidia.

Lo stesso sito riporta in queste ore che AMD starebbe lavorando anche su un altro progetto, parallelo, che “avrebbe un chiaro e un più immediato impatto sulle schede video e la loro competitività sul mercato”. Il progetto non avrebbe un nome, anche se qualcuno l’avrebbe chiamato “Zen“. No, non è qualcosa che riguarda le CPU.

L’arrivo di due nuove persone al vertice della divisione RTG dopo l’addio di Raja Koduri avrebbe portato, stando a Wccftech, alla creazione del “team Zen”, un gruppo di ingegneri che avrebbe un unico scopo: migliorare drasticamente le prestazioni delle GPU AMD, lavorando a stretto contatto con il resto degli ingegneri della divisione RTG.

Leggi anche: GPU AMD Navi con unità dedicate all’intelligenza artificiale

Questo team sarebbe stato costituito nell’ottobre scorso e includerebbe ingegneri che hanno avuto un ruolo di primo piano nel portare le CPU Zen sul mercato. “Una delle figure di punta del Radeon Project Zen è nientemeno che Suzanne Plummer, persona chiave dietro le CPU Ryzen”. Il team sarebbe concentrato sue due aree in particolare: migliorare nettamente le frequenze delle GPU AMD e renderle più efficienti dal punto di vista energetico.

“Ci è stato detto che il progetto è stato avviato da un ordine diretto del CEO Lisa Su, che si aspetta risultati nella prima parte di quest’anno. Anche il team è coinvolto negli sforzi ingegneristici che riguardano l’architettura Navi attesa nel 2019, così come la nuova soluzione post-GCN attesa per nel 2020“, aggiunge il sito.

Come sempre vi ricordiamo di nuovo che si tratta nel complesso di voci e indiscrezioni, che a volte ci azzeccano, a volte no. Non resta quindi che attendere per conoscere la verità.