SUPERCOMPUTER

Ecco El Capitan, supercomputer exascale con CPU Zen 4 e Radeon Instinct di nuova generazione

AMD, insieme a Lawrence Livermore National Laboratory (LLNL) e HPE (Hewlett Packard Enterprise) ha annunciato El Capitan, un supercomputer exascale che sarà equipaggiato con CPU AMD EPYC Genoa basate su architettura Zen 4 e GPU Radeon Instinct di nuova generazione. Il supercomputer arriverà nel 2023 e offrirà una potenza di oltre 2 exaflop nei calcoli a doppia precisione.

El Capitan è stato progettato per aiutare i progetti della NNSA (National Nuclear Security Administration) e garantire la sicurezza, la protezione e l’affidabilità delle scorte nucleari negli Stati Uniti. I nodi basati su hardware AMD saranno ottimizzati per accelerare l’intelligenza artificiale e i carichi di lavoro di apprendimento delle macchine.

Il supercomputer sarà più potente degli attuali 200 supercomputer più veloci combinati, inoltre sarà anche 10 volte più veloce dell’attuale supercomputer più veloce al mondo. El Capitan sarà poi il secondo sistema exascale negli Stati Uniti alimentato da CPU e GPU prodotte da AMD; il primo sarà Frontier, annunciato nel 2019 ma che diventerà operativo nel 2021.

Forrest Norrod, senior vice president e general manager del gruppo datacenter e sistemi embedded di AMD, ha dichiarato “El Capitan permetterà di avanzare enormemente nei settori dell’intelligenza artificiale e del calcolo ad alte prestazioni, grazie alla potenza dei processori AMD EPYC e delle GPU Instinct di prossima generazione. Grazie alle solide basi che ha nel calcolo ad alte prestazioni, AMD permette alla NNSA Tri-Lab community (composta dal LLNL e dai laboratori nazionali di Los Alamos e Sandia) di raggiungere gli obiettivi principali della propria mission e contribuisce nell’avanzamento dell’industria nel settore dell’intelligenza artificiale. Siamo estremamente orgogliosi di poter lavorare con HPE e l’NNSA e non vediamo l’ora di completare il supercomputer più potente del mondo, previsto per l’inizio del 2023”.

Il supercomputer exascale El Capitan includerà quindi diverse novità di AMD di cui non si hanno ancora dettagli, come i processori AMD EPYC Genoa basati su architettura Zen 4, in grado di supportare memorie e sottosistemi I/O di prossima generazione dedicati alle intelligenze artificiali e al calcolo ad alte prestazioni e le GPU Radeon Instinct, con architettura e memorie di nuova generazione ottimizzate per l’IA, il calcolo ad alte prestazioni e il deep learning.

Ogni nodo di El Capitan sarà composto da un processore AMD EPYC Genoa e da quattro Radeon Instinct; i componenti comunicheranno grazie all’architettura AMD Infinity di terza generazione, che garantirà un bandwidth elevato e una connessione a bassa latenza.

Mancano ancora 3 anni all’arrivo del supercomputer El Capitan, ma sulla carta è davvero impressionante. Come dichiarato da Bill Goldstein, direttore del LLNL Lab, “Questa capacità di calcolo senza precedenti, garantita dalle più recenti tecnologie di AMD per CPU e GPU, permetterà all’America di mantenere una posizione di rilievo del calcolo ad alte prestazioni ed è un esempio concreto dell’impegno del paese nel mantenere una deterrenza nucleare senza pari”.