Computer Portatili

Eee PC, Asus punta tutto su Windows

Asus ha dichiarato che due terzi dei suoi nuovi Eee PC utilizzeranno Windows. Secondo l'azienda taiwanese, infatti, è probabile che molti nuovi clienti decidano di acquistare la versione con Windows al posto di quella con Linux. I nuovi modelli con Windows XP costeranno circa 400 dollari.

"Circa il 60 percento degli Eee PC utilizzerà Windows XP", ha dichiarato Jonney Shih, presidente Asus. Secondo Shih, gli Eee PC riusciranno letteralmente a spopolare, fino ad arrivare a 5 milioni di unità vendute entro la fine dell'anno. Nel 2007 Asus si è dovuta accontentare di sole 300.000 unità vendute, ma è pur vero che il lancio sul mercato del dispositivo è avvenuto solo alla fine del terzo trimestre dell'anno.

"Le vendite più alte si sono avute in Europa e Cina", ha affermato Lillian Lin, a capo del marketing di Asus. "C'è un mercato veramente interessante che ci aspetta, e noi vogliamo farne parte", ha invece dichiarato Davis Tsai, presidente di Microsoft Taiwan. Secondo gli analisti, il nuovo mercato premierà Asus e contribuirà ad abbassare i prezzi delle licenze Windows sui nuovi portatili low-cost rispetto a quelli mainstream. "Un Eee PC con Windows attrae molto più un potenziale cliente. Questo perché quest'ultimo non è abituato ad utilizzare computer basati su Linux", ha concluso Alvin Kwock, analista della JP Morgan.