CPU

Epyc Embedded 3000, ora con TDP configurabile

La scorsa settimana AMD ha apportato alcune modifiche alle sue CPU Epyc Embedded 3000 del 2018, come riportato da ServeTheHome.

Epyc Embedded serie 3000 (nome in codice Snowy Owl) sono versioni energeticamente ottimizzate dei chip Epyc standard, e sono destinati al mercato embedded. A differenza delle loro controparti, i processori integrati hanno un numero inferiore di core e un TDP (Thermal Design Power) inferiore.

Snowly Owl si basa sulla microarchitettura Zen e sul processo produttivo a 14 nm di GlobalFoundries. I chip Epyc Embedded 3000 sono disponibili in configurazioni single-die o dual-die. I primi supportano fino a 512 GB di RAM DDR4 e 32 linee PCIe 3.0, mentre i secondi raddoppiano queste cifre.

I nuovi Epyc Embedded 3451, 3351 e 3255 si caratterizzano per un TDP configurabile. Invece di un TDP fisso, AMD offre ai suoi clienti la libertà di modificare il TDP del processore in base alle loro esigenze. Epyc Embedded 3451, 3351 e 3255 hanno un TDP configurabile tra 80 W e 100 W, tra 60 W e 80 W e tra 25 W e 55 W, rispettivamente.

Gli Epyc Embedded 3401 e 3301 non fanno più parte della gamma. Il primo ha 16 core, mentre il secondo ne ha 12 e non implementano il multithreading. Il Team Red li ha sostituiti con i nuovi Epyc Embedded 3451 e 3351, rispettivamente. Epyc Embedded 3451 ha 16 core/32 thread, 32 MB di cache L3, una frequenza base di 2,14 GHz e una all-core da 2,45 GHz. D’altro canto, l’EPYC Embedded 3351 ha 12 core/24 thread, una cache L3 da 32 MB, una frequenza base di 1,90 GHz e una all-core di 2,75 GHz.

Epyc Embedded 3451 e 3351 presentano un design dual-die, il che significa che usano il package SP4 invece dell’SP4r2 dei modelli single-die. Il vantaggio principale di una configurazione dual-die è la capacità di fornire più funzionalità. Rispetto alle SKU single-die, Epyc Embedded 3451 e 3351 supportano fino a quattro canali di memoria DDR4-2666 e forniscono fino a 64 corsie PCIe 3.0.

AMD ha anche aggiunto Epyc Embedded 3255 al suo arsenale, una CPU da 8 core/16 thread, 16 MB di cache L3, un clock base di 2,5 GHz e un boost su tutti i core di 3,1 GHz.  Quest’ultimo è stato progettato per applicazioni industriali in quanto può operare a temperature comprese tra -40 e 105 gradi Celsius.

Volete assemblare una workstation casalinga? Vi consigliamo il Ryzen 9 3950X.