Software

Facebook punta tutto su metaverso e realtà virtuale: le novità del Connect 2021

Uno dei topic più discussi del momento è, senza ombra di dubbio, il metaverso. Per creare un progetto così avveniristico, però, è necessario investire nelle risorse giuste: sviluppatori e ingegneri in grado di creare, e progettare, esperienze rivoluzionari e innovative. Facebook, durante il Connect di oggi, ha svelato alcuni interessanti progetti futuri mostrano che il metaverso è qualcosa di molto più grande, che va oltre il mondo del gaming.

È uno spazio virtuale in grado di unire elementi VR e AR interconnessi, funzionali all’intrattenimento ma in grado di modificare, allo stesso tempo, anche l’ecosistema del lavoro, della socialità, dell’educazione, del fitness e di moltissime attività che definiscono la nostra quotidianità. Costruire il metaverso significa costruire la realtà virtuale non solamente all’interno di una singola applicazione ma in una piattaforma informatica generale che, al pari di un PC o di uno smartphone, permetta di aggregare al suo interno diversi tipi di esperienze anche completamente diverse fra loro.

I progressi su questo fronte sono notevoli. Oggi, al Facebook Connect 2021, l’azienda ha esteso e ampliato la sua visione di questa nuova realtà virtuale. Tra le novità, ci sarà uno spazio Home più social, una nuova piattaforma per le app, Quest for Business (a cui si accederà tramite i nuovi Work Account), un pacchetto di strumenti per il fitness (per chi utilizza e gioca a Beat Saber Expert+ per esempio), nuovi strumenti per permettere agli sviluppatori di ideare incredibili esperienze in realtà aumentata e altro ancora. Sebbene la strada sia ancora lunga, Facebook sta muovendo i primi passi concreti affinché la realtà virtuale possa includere questa nuova gamma di esperienze nel più breve tempo possibile.

Horizon Home

Che sia una baita in montagna, un appartamento in città, o anche una passeggiata all’intenro di Myst, con Oculus Quest 2 è possibile vivere esperienze incredibili fra le mura domestiche… e a breve sarà possibile farlo assieme ai propri amici. Con Horizon Home, infatti, offrirà la possibilità di incontrare amici, familiari e persone care per guardare un film, una serie tv, o semplicemente  entrare in POPULATION: ONE insieme alla propria squadra.

In aggiunta, l’azienda di Menlo Park sta migliorando alcune feature per permettere a chiunque di costruire e personalizzare un proprio spazio personale dove accogliere i propri amici. Questa feature è ancora un po’ lontana, ma rende l’idea di dove voglia spingersi Facebook con la realtà virtuale nei prossimi anni.

Per quanto riguarda l’attuale Horizon, invece, oltre ai già noti Horizon Worlds, Horizon Workrooms e Horizon Home, arriva anche Venues che permeterà di vedere, e vivere, gli eventi dal vivo, stando comodamente a casa.

Getting Work Done

Oltre l’intrattenimento, Facebook sta ampliando le funzionalità legate alla realtà virtuale anche al mondo del lavoro. Così come per i cellulari e i PC, si sta cercando di rendere la piattaforma quanto più flessibile possibile, così da poter includere il maggior numero di utilizzi attraverso un unico dispositivo.

L’azienda presto inizierà a testare Quest for Business, una nuova suite di funzioni progettata appositamente per le aziende su Oculus Quest 2. La peculiarità principale risiede nel fatto che si potrà accedere a Quest 2 con un account business, che permetterà di lavorare e collaborare con i propri colleghi e di avere accesso alle app relative a produttività e performance dello store Oculus come Horizon Workrooms e Gravity Sketch. Quest for Business consentirà inoltre alle aziende di accedere alle funzioni della piattaforma dedicate di cui hanno bisogno, come la gestione degli account, le soluzioni di mobile device management (MDM), l’integrazione SSO e molto altro ancora.

L’azienda sta dedicando particolare attenzione allo sviluppo di Quest for Business, proprio per renderlo funzionale al meglio. Il programma sarà ultimato entro la fine dell’anno durante un periodo di closed beta, per poi essere messo a disposizione in maniera più ampia nel 2022, in modo tale da lanciarlo pubblicamente entro il 2023.

Infine, Facebook sta introducendo un nuovo ambiente di lavoro personale in Horizon Home, così da poter trasformare e adattare i propri spazi di lavoro ibridi in contesti lavorativi più professionali. Questo sarà presente nelle impostazioni, dove si potrà selezionare “Ambiente virtuale”, installare l’opzione “Studio” e infine personalizzare l’ambiente con un logo personale o con dei poster motivazionali, per ricreare un ufficio virtuale dove svolgere i propri meeting.

Più possibilità di multitasking

Facebook si sta impegnando ad abbattere le barriere e i limiti inter-piattaforma, con una serie di servizi presenti su smartphone e laptop, utilizzabili anche mentre si indossa il visore. Servizi come Slack, Dropbox, Facebook e Instagram, funzioneranno in VR come app di pannello 2D in Horizon Home. Si potrà chattare con i colleghi di lavoro, accedere ai diversi file e aggiornare i feed social senza mai dover rimuovere il proprio visore o lasciare il proprio ambiente Home.

Inoltre, la VR offrirà l’opportunità di avere più spazio e flessibilità nell’utilizzo di questi servizi rispetto ai normali schermi. Facebook, Instagram, Smartsheet e Spike saranno disponibili nello store a partire da oggi, mentre arriveranno presto Dropbox, Monday.com, MURAL, My5 (UK), Pluto TV e Slack e molte altre ancora. Questo è solo il primo passo, a detta di Facebook, per rendere l’ambiente Home più funzionale per tutti.

Active pack

Sempre più persone stanno cambiando o integrando la propria routine di allenamento, sostituendo l’esercizio in palestra con quello in VR. Ed è proprio per questo motivo che Facebook l’anno prossimo lancerà un nuovo set di accessori chiamato Active Pack per Oculus Quest 2 che includerà nuove impugnature per i controller Touch, che permetteranno di monitorare e tenere sotto controllo la propria attività fisica. Sarà rilasciata, inoltre, una nuova interfaccia ottimizzata per l’esercizio fisico.

Inoltre, il super acclamato Supernatural ha di recente integrato una nuova modalità boxe e prima della fine dell’anno, si aggiungerà a questa uno studio fitness FitXR ed esercizi a corpo libero in Player 22 by Rezzil, che ha contribuito ad allenare diversi atleti professionisti.

Momenti istruttivi

La realtà virtuale non è solo divertimento, business e fitness ma anche un potente strumento di educazione, e Wander, Tokyo Origami o Titans of Space PLUS ne sono la prova.

Tuttavia, costruire questo tipo di esperienze richiede tempo, impegno e, soprattutto, persone di talento. Ecco perché Facebook investirà 150 milioni di dollari in tre anni per costruire un ecosistema che supporti ed educhi al metaverso, con l’obiettivo di formare la prossima generazione di creator AR/VR, rivoluzionando le modalità educative, attraverso esperienze immersive di alta qualità e aumentando l’accesso all’istruzione attraverso la tecnologia.

Per permettere alle persone di acquisire le giuste competenze per creare i contenuti AR e VR, Facebook sta implementando sinergie tra gli sviluppatori Unity, lo strumento Create with VR for Educators e la formazione con dispositivi Oculus Quest 2 per organizzazioni non profit e istituzioni educative. Infine, l’azienda sta anche collaborando con un grande numero di istituzioni per aiutarle attraverso esperienze di apprendimento immersive e collaborative.