Software

Fedora 20 in download: ARM e x86 trattati alla pari

Fedora 20 è stata pubblicata ufficialmente, con il nome in codice di "Heisenbug" (Fedora 20 porterà il nome di un bug software), dopo alcuni incidenti che hanno portato a diversi ritardi. Si tratta di una distribuzione Linux piuttosto nota, che è anche la versione "per tutti" di Red Hat Linux Enterprise – che a sua volta è forse la distribuzione professionale più nota e diffusa.

A proposito dell'architettura, comunque, è importante sottolineare che con Fedora 20 gli sviluppatori hanno deciso di trattare ARM alla pari di X86. Ciò significa che si porrà la stessa attenzione a entrambe: in questo modo Red Hat e i developer indipendenti certificano l'importanza delle CPU prodotte da Qualcomm, Apple, Mediatek e così via. "Al di là del mobile", si legge poi sulle note di pubblicazione, "ARM è molto promettente come tecnologia potente ed efficiente nel mondo dei server". 

Tra le novità di Fedora 20 quella più sottolineata dalle testate specializzate è la migliore compatibilità con i processori ARM, ma non mancano miglioramenti nelle virtualizzazione, in GNOME (3.10) e KDE (4.11). La lista completa delle novità è piuttosto corposa, e si può leggere sul sito di Red Hat.

"Per 10 anni Fedora non ha solo rappresentato un punto di riferimento come sistema operativo aperto", ha affermato Robyn Bergeron (Fedora Project Leader), che ha aggiunto "il progetto Fedora è anche stato un paradigma per la comunità open source a livello globale". Fedora 20 si può scaricare dal sito ufficiale.