Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Software

File spariti da Windows 10 dopo l’Update, pronta la patch

Qualche giorno fa Microsoft ha interrotto la distribuzione di Windows 10 October 2018 Update (versione 1809) in seguito alle lamentele di alcuni utenti che, dopo l'installazione, avevano visto sparire alcuni file personali dalla cartella "Documenti".

A distanza di alcuni giorni l'azienda guidata da Satya Nadella fa sapere di aver identificato e risolto tutti i problemi dell'aggiornamento. "Abbiamo intrapreso il prossimo passo verso il nuovo rilascio di Windows 10 October 2018 Update, fornendo una versione aggiornata alla nostra comunità di Windows Insider. Studieremo attentamente i risultati, i feedback e i dati diagnostici dei nostri Insider prima di una distribuzione più ampia", ha spiegato John Cable, director of program management per Windows Servicing and Delivery.

Microsoft ha sottolineato che, per quanto grave, il problema ha colpito fortunatamente pochi utenti (un centesimo dell'uno percento delle installazioni della versione 1809). Chi ha già scaricato l'aggiornamento di ottobre e non ha ravvisato problemi sta comunque ricevendo in queste ore tramite Windows Update alcuni fix, come parte dell'update cumulativo mensile, relativo ai bug riscontrati.

windows 10

Sul proprio blog Microsoft ha illustrato nel dettaglio i motivi che hanno portato alla sparizione dei file e ha assicurato che il supporto clienti assisterà e proverà a recuperare i dati degli utenti gratuitamente, anche se non garantisce che il recupero dei file avrà successo.

"Un gruppo molto ridotto di utenti ha perso i file durante il passaggio a October 2018 Update. Questo è avvenuto sui sistemi in cui il Known Folder Redirection (KFR) era stato precedentemente abilitato, e in cui i file erano rimasti nella vecchia posizione originale della cartella anziché essere spostati nella nuova posizione reindirizzata".

"KFR è il processo di reindirizzamento delle cartelle note di Windows incluse Desktop, Documenti, Immagini, ecc. dalla posizione di default della cartella, c:\users\username\, a una nuova posizione. In base al feedback ottenuto con Windows 10 April 2018 Update, gli utenti con KFR lamentavano la comparsa di una copia extra vuota delle cartelle sul loro dispositivo. Con October 2018 Update abbiamo introdotto del codice per rimuovere queste cartelle vuote duplicate. Quel cambiamento, insieme a un altro, hanno portato alla cancellazione delle vecchie posizioni originali delle cartelle e del loro contenuto, lasciando solo le nuove cartelle attive intatte".

Praticamente solo chi per un motivo o per l'altro ha reindirizzato cartelle su altri dispositivi di archiviazione o su Onedrive, lasciando alcuni file nella precedente posizione di storage, è incappato nel bug scatenato dall'intervento di Microsoft per sistemare un altro problema.

Insomma, la classica situazione per cui sistemare un bug ne fa emergere un altro, magari anche potenzialmente più pericoloso.