Tom's Hardware Italia
Computer Portatili

Frenata del mercato PC, la carenza di CPU Intel è una bella botta

Gartner e IDC concordano nell'affermare che le consegne globali di PC nel Q1 2019 sono calate sensibilmente, attestandosi a 58,5 milioni di unità.

Il mercato PC è ancora in calo. A dirlo le analisi di Gartner e IDC relative al primo trimestre di quest’anno. Entrambe le aziende di ricerca affermano che le consegne di PC hanno raggiunto 58,5 milioni di unità nel trimestre, un calo che stimano tra il 3% (IDC) e il 4,6% (Gartner) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

“Abbiamo visto l’inizio di un rimbalzo nelle consegne di PC a metà 2018, ma l’arrivo della carenza delle CPU Intel ha impattato su tutti i segmenti, con i produttori che hanno allocato verso i business a più alto margine e al segmento dei Chromebook”, ha dichiarato l’analista Mikako Kitagawa, senior principal analyst di Gartner.

A fronte di un mercato consumer che è rimasto debole, anche la disponibilità non omogenea potrebbe aver ostacolato la domanda. Al contrario, le spedizioni di Chromebook sono aumentate di due cifre rispetto al primo trimestre del 2018, nonostante la carenza di CPU entry-level. Includendo le spedizioni dei Chromebook, il calo del mercato PC mondiale si sarebbe attestato al 3,5% nel primo trimestre del 2019″.

Kitagawa afferma che la poca disponibilità di CPU Intel ha portato i principali produttori ad allocare meglio la domanda di chip e iniziare a usare in modo più massiccio CPU AMD.

“I primi tre fornitori al mondo sono stati nuovamente in grado di aumentare le spedizioni, nonostante la limitata disponibilità, concentrandosi sui prodotti di fascia alta e sottraendo quote dai piccoli produttori che hanno faticato a ottenere le CPU. Le aziende hanno inoltre spostato il loro mix di prodotti nel segmento di fascia alta per far fronte alla poca disponibilità – il che, insieme a tendenze favorevoli sui prezzi dei componenti, dovrebbe aumentare i loro margini di profitto”.

Gartner vede al vertice del mercato nel primo trimestre 2019 la cinese Lenovo con il 22,5%, seguita dalla statunitense HP con il 21,9% e da Dell con il 17,6%. Insieme raggiungono una quota del 61,5%, in aumento sul 56,9% dello scorso anno. IDC, da par suo, inverte le prime posizioni e mette HP al vertice del mercato con il 23,2%, seguita da Lenovo con il 23% e Dell con il 17,7%.

Dati Gartner Consegne Q1 2019 Quota Q1 2019 (%) Consegne Q1 2018 Quota Q1 2018 (%) Crescita Q1 2019 – Q1 2018 (%)
Lenovo 13,196 milioni 22.5 12,343 milioni 20.1 6.9
HP Inc. 12,826 milioni 21.9 12,727 milioni 20.7 0.8
Dell 9,989 milioni 17.6 9,841 milioni 16.0 1.5
Apple 3,977 milioni 6.8 4,078 milioni 6.6 -2.5
Asus 3,603 milioni 6.2 3,887 milioni 6.3 -7.3
Acer Group 3,322 milioni 5.7 3,829 milioni 6.2 -13.2
Altri 11,610 milioni 19.8 14,671 milioni 23.9 -20.9
Totale 58,523 milioni 100.0 61,375 100.0 -4.6

E se da una parte la domanda consumer è calata, “quella dei PC aziendali è rimasta sostenuta per tutto il primo trimestre del 2019 nella maggior parte delle regioni chiave”.

L’aggiornamento dei PC, guidato da Windows 10, è stato una forza trainante nella crescita dei PC aziendali negli ultimi tre anni, ma Gartner prevede che il 2019 sarà l’ultimo anno in cui le consegne saranno influenzate dal passaggio all’ultimo SO di Microsoft.