Computer Portatili

Opzioni e prova d’uso

Pagina 3: Opzioni e prova d’uso

Opzioni di configurazione

Fujitsu non ha un configuratore online come Dell, ma consulenti specializzati aiutano al momento dell'acquisto nella scelta della configurazione più adeguata alle singole esigenze. Per la precisione il Lifebook S935 può installare CPU Core i5 o Core i7 – tutti Broadwell – da 4 a 12 GB di RAM, unità SSD da 128 o 256 GB, oppure soluzioni ibride SSHD con disco fisso tradizionale da 500 GB e 8 GB di SSD Cache. O ancora in alternativa un più economico (ma anche più lento) disco fisso tradizionale da 1 TB.

Fujitsu Lifebook S935 RAM

Su richiesta può essere integrato il modulo 4G UMTS: il prezzo passa da 1619 euro più IVA a 1699 euro, sempre IVA esclusa. Per il display le opzioni sono quattro: IGZO a 2560 x 1440 pixel, e IGZO a 1920 x 1080 pixel, in entrambi i casi in versione sia touch sia non touch.

Se l'alimentatore vi sembra grande e pesante sappiate che nella confezione ne è incluso anche uno "slim" fatto apposta per non appesantirvi quando vi spostate: ha una potenza di 65 Watt, pesa 184 grammi e misura 13,4 x 3,2 x 2,8 centimetri.

Sono interessanti anche le opzioni per il vano multiuso. Nel prodotto che avevamo in prova era installata l'unità ottica rimovibile, al suo posto si può inserire una seconda batteria da 2600 mAh (6 celle, 28 Wh). Il vano supporta l'hot swap, ossia si possono intercambiare i componenti senza riavviare il sistema. Anche in questo caso potete intervenire sul peso inserendo il vano salva peso, che sottrae circa 150 grammi nel caso si rimuova l'unità ottica.

Fujitsu Lifebook S935 batteria

Ultimo dettaglio da far notare è che nella confezione è inserito il replicatore di porte. Nel nostro caso mancava, ma è compreso nel prezzo e offre 4 conettori USB 3.0, una DisplayPort, una VGA, una DVI e replica il connettore Ethernet. Si aggancia al connettore proprietario sul fondo della base ed è compatibile con i prodotti della gamma Lifebook.

Prova d'uso

Le prime impressioni che si hanno maneggiando il Lifebook S935 sono la buona qualità costruttiva e il peso, maggiore di quanto ci si aspetta per un prodotto con schermo da 13,3 pollici. Abbiamo già visto che quest'ultimo aspetto è dovuto alla batteria maggiorata e al display touch. Da notare però che è proprio grazie alla batteria che siamo riusciti a usarlo per pubblicare articoli senza portarci dietro l'alimentatore e non siamo rimasti "a secco".

La tastiera è una delle parti migliori di questo prodotto: non fa rimpiangere la tastiera del desktop che molti di noi usano in ufficio anche collegata al portatile. L'unica critica che abbiamo da fare è che – soprattutto maneggiando con Excel – capita spesso di premere i tasti di paginazione invece delle frecce direzionali: colpa della mancanza di spazio attorno alle frecce direzionali.

La retroilluminazione è indispensabile quando si lavora in penombra, e non avete bisogno di usarla con il contagocce visto che l'autonomia abbonda. Il display è fin troppo luminoso: lavorando la sera sul divano l'abbiamo abbassata al 40%. In compenso se vi trovate a usarlo all'aperto o accanto al finestrino in treno servono tutte le 318 candele per contrastare l'effetto a specchio e leggere bene i contenuti.  

Fujitsu Lifebook S935

Se sapete di dover usare il notebook a lungo e avete paura che la batteria si scarichi anzitempo consigliamo di usare il pulsante Eco, posto accanto a quello di accensione. È semplice e intuitivo: basta premerlo per attivare tutte le impostazioni utili a ridurre il consumo energetico. La CPU passa in modalità di basso regime, l'audio viene disattivato, la luminosità si abbassa al 20%. Per default si spegne anche il Wi-Fi: va bene in treno, meno se si ha bisogno della connessione di Rete. Comunque non è un problema, perché basta usare il software Function Manager preinstallato per personalizzare velocemente ogni parametro.

Quanto alla velocità di elaborazione non ci sono obiezioni: abbiamo in prova il modello più potente, con Core i7, SSD e 12 GB di memoria. Non abbiamo avuto alcun problema con nessuna delle applicazioni che usiamo quotidianamente per lavorare: un paio di browser con decine di tab aperte, Office online, fotoritocco, cloud e riproduzione di file multimediali.