Schede madre

GeForce e Radeon su Intel P67, analisi dello scaling PCIe

Pagina 1: GeForce e Radeon su Intel P67, analisi dello scaling PCIe

Introduzione

Le prestazioni degli ultimi processori Intel sono davvero elevate e offrono sia un IPC elevato (istruzioni per ciclo) sia un margine di overclock superiore rispetto a qualsiasi cosa vista fino a oggi. Questo è particolarmente vero nei giochi, dove le risorse extra di un processore come l’Intel Core i7 990X a sei core non arrivano a essere sfruttate al massimo.

Tuttavia, a dispetto delle prestazioni superiori dell’architettura Sandy Bridge nei videogiochi, molti appassionati puntano ancora sulla maggiore espandibilità della vecchia piattaforma LGA 1366, soprattutto alla luce di un incredibile svantaggio del P67: le sedici linee PCI Express integrate nel processore.

Servono più di 16 linee? Otto linee non sono sufficienti per una singola scheda? Se fosse vero, bridge costosi non sarebbero certamente necessari per supportare più schede. Abbiamo sentito persino storie sul fatto che lo slot PCIe 2.0 x4 supportato grazie al chipset P67 fosse adeguato per alcune schede.

Prima di dare uno sguardo a come una piattaforma P67 si comporta nei confronti delle versioni X58 ed NF200, torniamo alle basi dello scaling PCI Express usando schede video attuali sul migliore processore per giocare possibile. Dopo aver trattato l’argomento nella nostra prima parte (Triple-GPU: AMD CrossFire contro Nvidia SLI), questo è il secondo articolo della nostra serie, ma le prestazioni saranno abbastanza differenti tra i vari slot da giustificare un terzo articolo?