Schede madre

Gigabyte B550 Aorus, la massima espressione del PCIe 4.0 nel settore mainstream

In sintonia con gli altri produttori, anche Gigabyte ha presentato la nuova offerta di schede madre con chipset B550 di AMD. Si tratta di una serie dedicata più che altro ai videogiocatori, ma che ben si adatta a qualsiasi utilizzo da parte di uno dei produttori di motherboard senza dubbio più apprezzato.

La nuova gamma Aorus B550 infatti propone una scheda diversa per ogni fascia di prezzo, riuscendo così a soddisfare ogni tipo di utente e adattandosi agli impieghi più vari, dal gaming estremo caratterizzato dal controllo completo sul sistema e l’overclock, fino alle applicazioni da ufficio che possono comunque beneficiare di tutti i vantaggi offerti dal nuovo chipset.

“Stiamo assistendo, ora più che mai, a crescenti richieste da parte degli utenti di sistemi flessibili che si comportano bene in una moltitudine di attività, dai giochi alla creazione di contenuti. AMD è entusiasta di offrire agli utenti mainstream la potenza dei processori desktop AMD Ryzen di terza generazione e il supporto PCIe 4.0 all’avanguardia con i nostri ultimi chipset AMD B550. Con il supporto travolgente della piattaforma da parte dei nostri partner come Gigabyte, AMD è fiduciosa che queste nuove piattaforme B550 offriranno flessibilità e potenza mai viste prima su una piattaforma mainstream” ha commento Chris Kilburn di AMD, vicepresidente e general manager della divisione componenti client.

Partendo dalla caratteristica più rilevante che accomuna tutte le schede, c’è senza dubbio il supporto al PCIe 4.0 che finalmente esordisce nel mercato mainstream. Tutte le schede madre di Gigabyte supportano uno slot PCIe 4.0 x4 per gli SSD M.2, ed ogni scheda è equipaggiata con un sistema di dissipazione del calore che garantisce le migliori prestazioni anche con importanti carichi di lavoro. Nel caso della B550 Aorus Master, gli slot PCIe 4.0 diventano ben 3, condividendo la banda con lo slot x16, in modo da poter configurare un RAID0 di dispositivi NVMe e godere di velocità di scrittura fino a 12700 MB/s mentre la VGA occupa la rimanente banda per ottenere prestazioni di gioco mai viste prima.

Nel caso delle B550 Aorus Pro e superiori, il sistema di dissipazione del calore della scheda madre è ulteriormente migliorato grazie alla presenza di heatsink a contatto diretto che permettono un raffreddamento del VRM maggiore, il quale garantisce più prestazioni e stabilità anche in caso di overclock.

Parlando poi dei design di potenza, Gigabyte offre soluzioni per tutti i gusti. Si parte dalle soluzioni mini-ITX in grado di offrire un design a 8 fasi (6+2) DrMOS in grado di gestire 90A per fase, che massimizzano le capacità di overclock dei processori Ryzen di terza generazione. Si passa poi per design a 12 o 13 fasi, fino ad arrivare ad un design a 16 fasi per la top di gamma, la B550 Aorus Master, che grazie ai DrMOS di ultima generazione gestisce 70A per ogni fase garantendo prestazioni senza paragoni per una piattaforma mainstream.

Dal punto di vista della connessione, Gigabyte non lascia nulla al caso. Tutte le schede madre della serie Aorus ATX e mini-ITX offrono una connessione Ethernet 2,5 Gigabit LAN, 2,5 volte più veloce della tradizionale Gigabit. Per i modelli selezionati è disponibile anche la connessione wireless, come nel caso della Aorus Pro AC che offre una connessione senza fili 802.11ac (Wi-Fi 5), mentre le B550I Aorus Pro e la B550 Aorus Master sono equipaggiate con una connessione Wi-Fi 6 con velocità fino a 2400 Mbps accompagnata da un’antenna 2T2R. Sul fronte delle porte USB le schede madre della serie Aorus utilizzano il protocollo USB 3.2 Gen2 con velocità di trasferimento fino a 10Gbps, mentre per alcuni modelli selezionati sarà integrata una porta USB Type-C che offre maggiore praticità e flessibilità per connettere i dispositivi di ultima generazione.

A corredare l’intera offerta B550 di Aorus c’è il ventaglio di soluzioni software con cui Gigabyte ha deliziato gli utenti nel corso degli anni. Si parte infatti da un BIOS rinnovato, estremamente semplice da gestire grazie all’ultima tecnologia Q-Flash Plus: gli utenti non necessiteranno di installare un CPU né tantomeno di avviare il sistema per flashare o aggiornare il BIOS, sarà sufficiente alimentare la scheda madre senza nessun altro componente ed utilizzare una chiavetta USB per il flashing o premere il pulstante dedicato per ripristinare il BIOS ai dati di fabbrica, evitando così problematiche relative ad eventuali incompatibilità. A questo si accompagna un nuovo sistema per la gestione dell’energia e delle ventole, che ottimizza il raffreddamento in armonia con il contenimento dei consumi per offrire le migliori prestazioni anche in overclock.

A chiudere il cerchio ci pensa l’illuminazione. Ogni appassionato di PC gaming difficilmente non apprezza la possibilità di personalizzare ed illuminare il proprio armamentario: per questo Gigabyte ha dotato tutte le schede madre della serie B550 di header dedicati all’illuminazione RGB gestibile attraverso il software RGB Fusion 2.0, mentre alcuni modelli selezionati presenteranno un’illuminazione direttamente sulla scheda che potrà essere sincronizzata con le ventole e gli altri accessori compatibili.

Anche per la serie Aorus, l’arrivo previsto sugli scaffali è fissato per il 16 giugno, anche se i prezzi non sono stati ancora confermati.

Se il PCIe 4.0 non è una tua priorità, puoi dare un’occhiata alla Aorus B450 Pro, attualmente ad un ottimo prezzo su Amazon e compatibile con i nuovi processori Ryzen 3000.