Schede madre

Giovane belga arrestata per diffusione di vir


Una diciannovenne, conosciuta dalla comunita’ hacker con il nome
Gigabyte, e’ stata arrestata dalla polizia belga per crimini
informatici. La giovane era infatti salita alla ribalta per il suo
contenzioso ideologico con il portavoce di Sophos Graham Cluley, reo di aver
definito gli hacker come “ragazzi con problemi sociali”. I suoi
attacchi erano cosi’ mirati da creare il virus Coconut, dove si doveva
colpire Cluley con delle noci di cocco. Secondo la polizia, la ragazza
avrebbe pubblicato altri virus sul suo sito web se non fosse stato per
l’intervento delle forze dell’ordine. Le sono stati confiscati 5
computer e ora la ragazza rischia 3 anni di carcere piu’ un’ammenda da
stabilire.