Tom's Hardware Italia
Software

Google Chrome cresce, Explorer lo sprinter di HTML5

Nella diffusione dei browser Google Chrome mostra di piacere sempre di più agli utenti. Internet Explorer invece continua a perdere quote, ma i primi test HTML5 ufficiali sono promettenti.

Chrome continua a crescere tra i browser, a spese di Internet Explorer. Firefox, Opera e Safari invece restano stabili. È quanto si deduce dagli ultimi dati di NetApplications, che controlla migliaia di siti in tutto il mondo per stabilire quali programmi scelgono gli utenti.

La diffusione dei browser su Tom’s Hardware

Il browser di Microsoft resta ancora l’applicazione più usata in assoluto per navigare in Internet, ma continua a perdere punti. In attesa della versione definitiva di IE9, la versione 8 non riesce a tenere il passo. Anche Firefox in verità ha perso qualcosa, passando dal 23% al 22,9%, ma si tratta di una variazione troppo ridotta per trarne conclusioni definitive, e lo stesso vale per Opera, passato dal 2,4 al 2,3 percento.

Continua invece la crescita di Google Chrome. Il browser sponsorizzato dall’azienda di Mountain View è cresciuto di cinque punti base, dall’8% all’8,5%. Questo browser è quello che mostra, da settembre a ottobre 2010, la variazione più rilevante.

Tornando a Explorer vale la pena notare che la versione 6 sta finalmente sparendo dalla circolazione. Questa variazione si deve certamente al fatto che diversi servizi (vedi anche YouTube prepara le esequie per Internet Explorer 6La chat di Facebook migliorerà, ma IE6 deve sparireIE6 e vecchi browser, Gmail diventerà off limits) negli ultimi mesi hanno deciso di interrompere il supporto a quest’applicazione. IE6 al momento ha una percentuale inferiore al 15%.

Diffusione globale dei browser

Variazioni rilevanti anche per quanto riguarda i sistemi operativi Windows. Per la prima volta infatti Windows XP scende sotto al 60%, in favore di Windows 7, che arriva al 18,24%. Anche Windows Vista continua a calare costantemente.

Anche se il browser Microsoft continua a veder ridotta la propria quota di mercato, per l’azienda di Redmond la riscossa potrebbe essere vicina.  Internet Explorer sì è mostrato il browser più conforme agli (acerbi) standard HTML5, stando all’unico test ufficiale esistente.

Il test è l’unico strumento pubblicato dal Consorzio WWW, e in verità controlla solo alcune delle potenziali specifiche HTML5. Potete provarlo anche voi, collegandovi a questo indirizzo.