Software

Google Chrome ora vi aiuta a proteggere le vostre password

Volete essere sicuri che la password da voi scelta per un determinato sito sia sicura e non facilmente individuabile tramite tentativi di cracking o attacchi brute force? Google ha pensato anche a questo e l’ultima versione del suo noto browser Chrome integra una funzionalità che inizialmente è stata introdotta in Chrome Canary a dicembre con il flag sperimentale “Password weakness check”, come riferito dai colleghi di Bleeping Computer.

Google Chrome copertina

L’opzione, che potete trovare in “Impostazioni->Compilazione automatica-> Password->Controlla Password” consente di effettuare un controllo delle password “deboli” memorizzate, invitandovi a cambiarle, magari tramite il comodo generatore interno.

Ali Sarraf, Product Manager di Chrome, ha affermato:

Abbiamo avuto tutti momenti in cui ci siamo affrettati a impostare un nuovo account, scegliendo una password facile da ricordare. Tuttavia, le password deboli ci espongono a rischi per la sicurezza e dovrebbero essere evitate. Con Chrome 88 ora potrete effettuare un semplice controllo per identificare eventuali password deboli e agire rapidamente. Il controllo di sicurezza di Chrome viene utilizzato 14 milioni di volte alla settimana. Come risultato, abbiamo assistito a una riduzione del 37% delle credenziali compromesse archiviate in Chrome anche grazie ad altri sistemi implementati nel 2020.

Google Chrome

Ricordiamo che Chrome vi avvisa anche se una delle vostre password memorizzate è stata compromessa a causa di una violazione dei dati dopo l’accesso ai siti. Si tratta di una feature particolarmente importante, dato che uno studio condotto da Google stessa ha rilevato che l’1,5% di tutti gli accessi è stato compromesso a causa di una violazione e mostrato che circa il 26% degli utenti che hanno ricevuto una notifica a riguardo nel proprio browser ha cambiato anche la propria password.

XPG Levante 240, versione dotata di due ventole da 120mm, è disponibile su Amazon al prezzo di 117,99 euro, cosa state aspettando?