Software

Google Chrome OS arriva in autunno, preparatevi

Google Chrome OS sarà disponibile al pubblico il prossimo autunno. Sundar Pichai, vicepresidente dell’azienda, ha confermato nuovamente i piani per una pubblicazione nel quarto trimestre del 2010, “siamo molto eccitati. Ci aspettiamo di raggiungere milioni di utenti dal primo giorno”, ha detto.

Non c’è ancora però una data ufficiale, e queste dichiarazioni spostano in avanti le previsioni originali (Chrome OS convince, è arrivata l’era glaciale), che parlavano del terzo trimestre 2010. Un ritardo più che normale, se resta entro questi termini.

Chrome OS è un sistema operativo di concezione totalmente nuova. Quasi tutte le funzioni e le caratteristiche si basano su una costante connessione alla rete, e quindi il browser è il cuore di tutto. Le funzioni di Chrome OS tuttavia funzioneranno anche se non c’è un collegamento a Internet, come già accade per buona parte dei servizi Google (funzione offline da attivare manualmente).

Chrome Web Store – Clicca per ingrandire.

I primi prodotti a montare Chrome OS saranno certamente netbook, e diversi costruttori si stanno già preparando, come per esempio Acer (Acer sceglie Chrome OS per netbook e tablet). Quasi sicuramente si tratterà di macchine con doppio sistema operativo, ma per saperlo dovremo attendere ancora, perché il Computex non ha portato conferme né smentite a riguardo (Acer non svelerà prodotti Chrome OS al Computex). Ciò non toglie che l’azienda punta con determinazione ai notebook e ai destkop.

Se le informazioni precedenti saranno confermate i primi netbook avranno prezzi in linea con i prodotti attuali (Netbook Chrome OS, prezzo sotto i 400 dollari), ed è lecito aspettarsi che se avranno successo presto seguiranno anche dispositivi differenti, compresi tablet e desktop.  

Chrome OS è caratterizzato da una grande leggerezza (Chrome OS, non servono driver per le stampanti), grazie alla quale può fornire prestazioni di altissimo livello (Chrome OS avvia in 7 secondi, un’altra conferma). Non pretende per ora di sostituire i sistemi operativi esistenti, ma segna un passo avanti rispetto a quelli che oggi conosciamo come “sistemi operativi preboot”. Questi ultimi oggi infatti permettono di fare ben poco, come navigare, chattare su Skype o guardare immagini.

Chrome OS, come anche il browser Google Chrome, godrà di un approccio “componibile”. Il browser già conta sulle estensioni, che ne migliorano e ampliano le funzioni. Il sistema operativo potrà fare affidamento anche su un negozio online (Chrome Web Store, giochi e applicazioni sul browser), per installare applicazioni e giochi di ogni tipo.

Chrome OS è basato su Linux, come Android. Questo nuovo sistema operativo per desktop potrebbe rappresentare nel mondo dei computer ciò che il “robottino” è stato in quello degli smartphone?