Tom's Hardware Italia
Software

Google I/O 2018: l’IA al centro del futuro

Il Google I/O come sempre è stato soprattutto la vetrina per la prossima release dell'OS del robottino verde, Android P. Ma oltre a questo il colosso di Mountain View ha annunciato diverse altre novità, disegnando uno scenario da cui emerge chiaramente il ruolo sempre più centrale che svolgerà nell'ecosistema Google l'intelligenza artificiale. Da Google Foto […]

Il Google I/O come sempre è stato soprattutto la vetrina per la prossima release dell'OS del robottino verde, Android P. Ma oltre a questo il colosso di Mountain View ha annunciato diverse altre novità, disegnando uno scenario da cui emerge chiaramente il ruolo sempre più centrale che svolgerà nell'ecosistema Google l'intelligenza artificiale. Da Google Foto a Google Maps, passando per lo stesso Google Assistant, tutto sarà reso più funzionale grazie a un'IA sempre più sviluppata.

La dimostrazione più eclatante, da un punto di vista spettacolare, l'ha data lo stesso CEO Sundar Pichai con l'audio della telefonata in cui Google Assistant fissa un appuntamento dal parrucchiere, conversando con un essere umano, ma deep learning, algoritmi e IA saranno centrali anche altrove. Vediamo assieme le principali novità annunciate.

Google Foto

untitled

Google Foto si arricchirà presto di nuove funzionalità basate sull'IA, tra cui quella di suggerire correzioni veloci, il senso di rotazione più adatto all'immagine e la capacità di correggere parametri come luminosità e contrasto ma anche di trasformare le foto in bianco e nero, restituendo loro i colori originali.

Google Maps

In estate Google Assistant sbarcherà anche su Google Maps, sia in versione Android che iOS, allo scopo di fornire suggerimenti migliori agli utenti. Grazie in particolare alla combinazione di Google Lens, fotocamera e Google Assistant, Maps sarà in grado di fornire suggerimenti più circostanziati sui luoghi e identificare costruzioni e monumenti. Inoltre, con l'introduzione della realtà aumentata, Google Maps si apre a nuovi e ancora inesplorati scenari che vanno dal gaming al turismo.

Google News

3

Novità in vista anche per Google News, che andrà a sostituire sia Google Play Newsstand per dispositivi mobili e desktop, sia l'app Google News & Weather su dispositivi mobili. Grazie alla funzione Full Coverage (copertura completa), l'utente potrà infatti avere un quadro completo di come ciascuna notizia è affrontata da fonti diverse: basterà un solo click infatti per vedere i titoli delle diverse testate, video, notizie locali, interviste, contenuti social e una cronologia delle notizie.  

Google Assistant

La funzione più interessante di cui godrà tra alcune settimane l'assistente vocale è la funzione conversazione continua, già esemplificata con la telefonata di cui vi abbiamo parlato a parte. Assistant sarà in grado di sostenere conversazioni articolate anche con richieste multiple in maniera naturale, senza la necessità ogni volta di ripetere Ok Google per chiedere qualcosa di nuovo. In questo modo Assistant diverrà un vero e proprio segretario tuttofare, in grado di fissarci appuntamenti telefonici o ordinare la cena take away al posto nostro.