Software

Hacker rubano 1200 dollari in meno di due minuti

Nel corso degli ultimi anni, le criptomonete si sono velocemente diffuse e molti utenti le utilizzano per le proprie operazioni finanziarie. Può capitare però di incorrere in grossi guai, come accaduto all’utente Ty Cooper, che si è visto sottrarre denaro digitale del valore di 1200 dollari in meno di due minuti.

Il suddetto utente aveva erroneamente lasciato le proprie credenziali in una repository pubblica su Github, mentre stava compilando gli ultimi dati per inviare denaro a un’hackaton chiamata (ironicamente) Hack Money. Nel frattempo, degli hacker stavano sondando il noto servizio di hosting usando dei bot, sperando di incappare in qualche situazione fortuita… e hanno fatto centro.

Di seguito vi riportiamo il tweet del malcapitato:

Nello smarrimento del momento l’utente ha anche scritto: “Ricevo notifiche e-mail da Etherscan quando i fondi vengono spostati. Mi sarebbe piaciuto sapere cosa stava succedendo, perché avrei spostato i fondi più velocemente. Letteralmente subito dopo averlo reso pubblico su Github, ho notato che i miei fondi venivano sottratti più velocemente della transazione XRP“.

L’utente si è accorto solo successivamente del vero valore del furto, ma non si è affatto scoraggiato:

Probabilmente starete pensando che la colpa sia esclusivamente di Ty Cooper, reo di aver lasciato le proprie credenziali incustodite, ma il vero problema risiede nella celerità con cui i malintenzionati hanno eseguito il furto. Nell’arco di pochi minuti, sono riusciti a mettere le mani sui fondi dell’utente, senza lasciargli il tempo di reagire. Si tratta di un evento sfortunato che avrebbe potuto colpire chiunque.

E questa è solo una delle tante insidie del web: per esempio qualche giorno fa vi abbiamo parlato del furto dei dati di diversi shop online o delle mail contraffatte con cui dei malintenzionati hanno tentato di prendere il controllo del PC dei malcapitati da remoto. Purtroppo, questo genere di attacchi è molto subdolo e non sempre è possibile difendersi, poiché la vittima involontariamente fornisce accesso ai dati o scarica virus che minano la sicurezza del proprio terminale.

L’utilizzo di software antivirus è sempre consigliato, nel qual caso potreste dare un’occhiata a questa fantastica offerta su McAfee Total Protection, che potrebbe fermare il download di file sospetti. Noi possiamo solo consigliarvi di non tenere le vostre password salvate su PC, e memorizzare queste ultime o usare un password manager è sempre la scelta migliore.

Cercate un notebook economico con cui studiare e completare le scartoffie d’ufficio? Date un’occhiata la Lenovo ideapad S145.