Storage

Hard Disk, un futuro pieno di novità tecnologiche

Pagina 1: Hard Disk, un futuro pieno di novità tecnologiche

Introduzione

Il vecchio e buon hard disk, per come lo conosciamo, è un componente controverso. Da una parte, sono state raggiunte capacità notevoli, fino a 1,5 Terabyte (annunciato da Seagate), mentre, dall’altra parte, le prestazioni hanno subito solo un minimo miglioramento. Il risultato è che gli hard disk sono i componenti più lenti di un computer moderno. Il mercato è sempre molto competitivo, e in costante cambiamento, grazie all’introduzione di nuove tecnologie di registrazione, capacità, e prestazioni, nonché alla nascita di alternative ai classici dischi, cioè i modelli SSD basati su memoria flash, il tutto condito con una notevole competizione tra i produttori, che si riflette sui prezzi.

Segmenti di mercato

Il mercato degli hard disk non è semplice da delineare, poiché ci sono molteplici fattori di differenziazione. Prima di tutto, ci sono vari fattori di forma, vale a dire le dimensioni dei piatti e, di conseguenza, dell’alloggiamento e dello spazio occupato: tra i principali ci sono quelli da 3,5", 2,5" e 1,8". Questi fattori di forma non corrispondono, necessariamente, ad una precisa fascia di mercato, poiché si possono collocare nei quattro principali segmenti: server/workstation, desktop, mobile e consumer. Ci sono dischi da 2,5" per notebook, per esempio, ma anche modelli per server e desktop.

Tendenza: rotta verso i dischi da 2,5"

Il trend che sposta i produttori verso fattori di forma sempre più piccoli è iniziato molti anni fa, quando i dischi da 5.25" sono stati abbandonati per quelli da 3,5", più facili da gestire, più veloci e anche più robusti. Tra le ragioni di questo passaggio segnaliamo l’ aumento della capacità, che permette di usare piatti più piccoli, e la riduzione del consumo energetico, particolarmente apprezzato dal segmento business e dai produttori di portatili che, infatti, usano solo dischi da 2,5", o più piccoli. La capacità, infine, non è più un problema: negli ultimi anni, infatti, diverse tecniche hanno permesso di creare dischi piccoli e molto capaci.

Minacce agli Hard disk

Gli HDD più piccoli, come gli 1,8", 1,3" e 1,0" sono ancora molto controversi: crediamo che i dischi da 1,8" rimarranno importanti per i computer ultraportatili e i dispositivi consumer, mentre i modelli da 1.3" e 1,0" devono affrontare la pressione, sempre maggiore, dei dischi basati su memoria flash, che si stanno evolvendo, migliorando il loro rapporto costo/capacità. Il segmento business, inoltre, si sta muovendo rapidamente verso soluzioni SSD di alto livello, in grado di offrire prestazioni decisamente migliori rispetto a qualsiasi altro disco meccanico.

Gli hard disk non scompariranno, ma i produttori devono focalizzarsi in quelle aree dove le soluzioni basate su memoria flash sono più deboli: costo per capacità, quando si parla di soluzioni ad elevata capacità per desktop, archiviazione consumer e business entry-level; costo per livello prestazionale nel settore business.