Tom's Hardware Italia
CPU

Hexagon 680, il DSP tuttofare del SoC Qualcomm Snapdragon 820

Qualcomm ha deciso di svelare le caratteristiche dello Snapdragon 820 a tappe: dopo la CPU, la GPU e l'ISP, l'azienda parla delle capacità del DSP Hexagon 680.

Si chiama Hexagon 680 DSP (digital signal processor) ed è una parte fondamentale del nuovo chip Snapdragon 820 di Qualcomm. I processori dell'azienda statunitense usano il DSP per svolgere operazioni più rapidamente o consumando meno rispetto alla CPU.

820
Clicca per ingrandire

"Ad esempio un DSP Hexagon è usato per raddoppiare l'autonomia nella riproduzione di MP3 sul Nexus 5", ha spiegato Qualcomm. La versione 680 del DSP ha due nuove importanti caratteristiche: la prima è che ha un DSP totalmente separato per occuparsi delle informazioni provenienti dai sensori.

low light dsp
Clicca per ingrandire

"È stato progettato per migliorare la durata della batteria nei casi d'uso che definiamo always-on. Per esempio quelli dei contapassi o dei sensori di attività, il riconoscimento vocale o durante il posizionamento in assenza di un forte segnale GPS". La seconda caratteristica è rappresentata dalle cosiddette Hexagon Vector eXtensions (HVX).

Leggi anche: Snapdragon 820, Adreno 530 e Spectra, ecco il nuovo SoC di Qualcomm

"Questo componente hardware aggiuntivo supporta l'imaging avanzato e la computer vision se accoppiato con l'ISP Qualcomm Spectra. Ad esempio in situazioni di basse luci lo Snapdragon userà ISP e DSP per illuminare in modo adattivo aree di video e foto che altrimenti appariranno troppo scure".

hvx
Clicca per ingrandire

Grazie a Hexagon 680 lo Snapdragon 820 può effettuare questa operazione fino a tre volte più rapidamente e usando solo il 10 % della potenza, con un conseguente beneficio per i consumi. Hexagon 680 può essere quindi visto come un sistema DSP a tre parti, dove una può processare audio, video e immagini, ma anche occuparsi di computer vision e altre operazioni di calcolo a basso consumo.

Un'altra, definita "low power island", è pensata solo per i sensori (in alcuni frangenti sino a tre volte più efficienti della CPU) e l'ultima è un modem capace di gestire le bande LTE e la carrier aggregation. I primi prodotti mobile con il nuovo SoC di Qualcomm dovrebbero debuttare all'inizio del 2016.

HTC HTC
LG G4 LG G4