Storage

Riassunto: la potenza pura

Pagina 7: Riassunto: la potenza pura

Riassunto: la potenza pura

C’era da aspettarselo. Quando la Hitachi decide di dare in
pasto al mercato un disco di queste dimensioni, con un ritardo consistente rispetto
a Maxtor e WD, non ci dovrebbero essere dubbi sulla sua superiorità.

Dal mio punto di vista, l’hard disk è molto silenzioso
e rimane leggermente più fresco del suo predecessore. D’accordo, non
ne è uscito incolume dal benchmark per applicazioni high-end Winbench
99 2.0 e dal test per le prestazioni in scrittura, ma negli altri si è
rivelato praticamente sempre il più veloce. Ha dimostrato di avere il
transfer rate medio e massimo più alto, il minor tempo d’accesso, le
migliori prestazioni nell’I/O e nelle applicazioni da ufficio.

Il Deskstar 7K250 non può reggere il confronto con il
WD Raptor a 10.000 rpm, dato che i vantaggi di ques’ultimo sono decisamente
maggiori proprio per la velocità di rotazione. Se però prendiamo
in esame i risultati dei due contendenti nei test individuali, vediamo che il
Raptor è più veloce solo nel test per l’I/O e come velocità
di trasferimento di punta (nelle altre prove l’Hitachi se la gioca alla pari).
Il Raptor, inoltre, è molto più costoso e mette a disposizione
solo 36GB. Potrà anche andare bene per utenti medi, ma non di certo per
memorizzare grosse quantità di dati.

Tuttavia, sarò schietto: gli hard disk da 250 GB di
Maxtor e Western Digital sono più lenti di poco e costituiscono comunque
una valida alternativa. Le differenze di prestazione sono percepibili solo se
i dischi sono sfruttati al massimo e, nelle applicazioni comuni di Windows,
non accade praticamente mai.

Se l’Hitachi si rivelerà più conveniente dei
rivali di Maxtor e Wd, sarà il nostro vincitore.