Storage

I migliori SSD economici

Aggiornamento di novembre 2020 ai migliori SSD economici

Senza dubbio l’annuncio dei nuovi Ryzen 5000 ha fatto drizzare le antenne a molti appassionati di hardware, che probabilmente non si aspettavano un salto del genere da parte di AMD. Allo stesso modo, sempre AMD, ha stuzzicato l’interesse della maggior parte dei videogiocatori con le nuove Radeon 6000 che promettono di riuscire a fronteggiare Nvidia, ad un prezzo nettamente più competitivo.

Guardando quindi a tutte le nuove uscite, e all’imponente salto generazionale (spinto probabilmente dall’imminente uscita delle console next-gen), sicuramente in molti hanno dato il via alla ricerca dei componenti per una nuova build. Naturalmente lo storage è parte integrante di un qualsiasi PC, di conseguenza particolare attenzione va posta agli SSD.

In questo particolare caso ci occupiamo di dischi piuttosto economici che, (s)fortunamente, in questo periodo non vedono grossi stravolgimenti. La ragione risiede più che altro proprio nell’arrivo delle nuove generazioni di hardware. Lo standard SATA continua a perdere l’interesse che si trasferisce inevitabilmente sul PCIe. Contemporaneamente il protocollo 4.0 è diventato ormai uno standard affermato, soprattutto grazie all’arrivo delle B550 di AMD che gli hanno aperto le porte anche della fascia bassa.

In queste circostanze quindi, i prodotti suggeriti non vedono variazioni, continuano ad essere le migliori scelte disponibili sul mercato per il rapporto qualità / prezzo. Si aggiunge però alla lista un nuovo NVMe, un primo vero competitor del Sabrent Rocket: parliamo del PNY XLR8. Questo SSD dal costo di poco superiore ai 50 euro (ma che tendenzialmente Amazon propone ad un prezzo inferiore), rappresenta un’ottima alternativa al Rocket NVMe con prestazioni molto simili così come il costo. Si tratta di un prodotto ottimo, che in mancanza del primo va seriamente preso in considerazione.

Aggiornamento di agosto 2020 ai migliori SSD economici

Siamo nel bel mezzo dell’estate, e molti di noi alla luce delle presentazioni e degli annunci si apprestano ad aggiornare la propria configurazione o a sviluppare una build tutta nuova. In entrambi i casi l’obbiettivo primario è senza dubbio rimanere al passo con i tempi, ed in questo caso ovviamente ci occuperemo dello storage.

La buona notizia nel settore dell’archiviazione è che i competitor aumentano in maniera piuttosto costante, così come le tecnologie per produrre le memorie avanzano rendendo i prodotti finali sempre più accessibili. Per questa ragione nella nostra guida all’acquisto, si aggiungono all’elenco dei migliori prodotti a basso costo due nuovi dispositivi: il Silicon Power A55 da 256GB SATA ed il Sabrent Rocket NVMe da 256GB.

Nel primo caso si tratta di un’ulteriore proposta votata al massimo risparmio, mancante di cache DRAM sostituita da una cache SLC, che riesce ad offrire ottime prestazioni per coloro che intendono semplicemente dare una spinta in più al sistema operativo, senza grosse pretese, spendendo una cifra davvero irrisoria. Non si tratta certamente di uno tra i migliori SSD SATA in circolazione, ma senza dubbio è tra i migliori per il rapporto €/GB grazie al taglio da 256GB andando a sostituire il Silicon Power Slim S57 da 240GB non più disponibile.

Nel secondo caso invece, introduciamo il primo NVMe nella lista dei migliori SSD economici. Il Sabrent Rocket NVMe rappresenta una delle soluzioni di maggior successo degli ultimi tempi, grazie non solo a prestazioni di primo ordine che nulla hanno da invidiare ai brand più blasonati, anzi in alcuni casi si ottengono prestazioni addirittura maggiori, ma soprattutto grazie ad un prezzo estremamente competitivo. Parliamo di velocità che raggiungono i 3400 MB/s in lettura e 3000 MB/s in scrittura grazie ad un controller Phison E12, la DRAM cache e memorie Toshiba TLC che Sabrent propone a soli 55 euro. Se apparentemente quindi possa sembrare una delle proposte più costose dell’elenco, per la categoria in cui si pone questo SSD NVMe rappresenta senza dubbio un affare, un prodotto che allo stato attuale non incontra alcuna concorrenza. È ovvio tuttavia che per poter sfruttare al meglio questo SSD sarà necessaria una porta PCIe M.2 presente sulla scheda madre.

Introduzione agli SSD: perché acquistarne uno

I dispositivi di storage (Hard Disk o SSD) rappresentano una parte vitale del nostro PC, senza i quali l’utilizzo dello stesso è impossibile. Nella maggior parte dei casi, i computer fanno affidamento ai tradizionali dischi magnetici o HDD (Hard Disk Drive), sia per una questione di prezzo dato che sono nettamente più economici, sia per questioni di spazio. Gli Hard Disk però spesso rallentano il sistema; l’ideale sarebbe poter acquistare un SSD economico, così da velocizzare l’avvio di Windows 10 e dei programmi principali.

Se pensate che sia impossibile trovare un SSD economico, ricredetevi. Negli ultimi tempi, grazie alla riduzione dei costi di produzione e dei relativi prezzi, sul mercato stanno arrivando SSD dal prezzo davvero interessante. Come detto, gli SSD sono un ottimo strumento anche solo da affiancare ad un disco magnetico per l’esecuzione del sistema, costruendo una rete di archiviazione dati che fornisce velocità e reattività grazie alle prestazioni dell’SSD unite allo spazio per la memorizzazione dei dati fornito dal disco magnetico più capiente.

In questa guida infatti ci concentreremo proprio sull’acquisto di un SSD economico, per migliorare in maniera sensibile le prestazioni del nostro PC senza incidere sul portafogli. Una soluzione dal costo contenuto che si rivolge sia a chi vuole semplicemente dare una marcia in più alla propria macchina, sia a chi magari ha un dispositivo piuttosto datato e vuole recuperarlo per un utilizzo attuale. Gli SSD infatti si sono dimostrati una soluzione ideale soprattutto per i laptop più obsoleti, che ormai sentono il peso degli anni: i dischi allo stato solido riescono a ridare vita agli hardware più datati che possono trovare spazio nelle applicazioni di ufficio, la navigazione internet o la fruizione di contenuti online.

Una panoramica sugli SSD

Prima di immergerci nei prodotti consigliati, cerchiamo di chiarire un attimo quelli che sono gli aspetti fondamentali di un SSD. Partendo dal confronto tra un disco allo stato solido e uno magnetico vediamo subito che le differenze sono molte, ma quella più importante è la struttura. Mentre un HDD immagazzina dati su dischi magnetici montati l’uno sull’altro in continua rotazione durante l’utilizzo del PC, gli SSD sfruttano le memorie Flash, cioè chip elettronici, un po’ come avviene con le chiavette USB.

Ovviamente esistono diversi tipi di memoria Flash: in particolare sono diversi i produttori a fornire le proprie memorie (Samsung, Micron, Intel, SK Hynix ecc.), che insieme a controller e firmware diversi creano un mercato decisamente vasto e diversificato. In generale, le migliori performance sono offerte dai prodotti che utilizzano delle memorie di tipo NAND.

Gli SSD inoltre si differenziano per il tipo di interfaccia che utilizzano per il collegamento alla scheda madre. Le due macrocategorie sono SATA (l’interfaccia tradizionale che richiede i due cavi per alimentazione che usiamo anche con i classici Hard Disk) e M.2, che utilizza invece un slot dedicato presente solitamente sulla scheda madre. Questa seconda categoria, grazie all’interfaccia PCIe, può arrivare ad ottenere prestazioni nettamente superiori, ad un costo però altrettanto elevato. Per questo motivo abbiamo deciso di non includere nella guida nessun SSD NVMe, anche perché nell’utilizzo quotidiano prestazioni tanto importanti non si rivelano necessarie, anzi in alcuni casi risulterebbe addirittura difficile apprezzarne la differenza.

I migliori SSD economici da acquistare

Crucial MX500 250GB SATA

SSD Crucial MX500

Il primo SSD economico che vi proponiamo rappresenta senza dubbio un’icona del mercato consumer degli SSD: si tratta del Crucial MX500 SATA. Crucial è un brand di proprietà Micron, che utilizza le proprie memorie all’interno delle unità; in particolare, il Crucial MX500 sfrutta memorie 3D NAND TLC (Triple Layer Cell) con velocità di lettura fino a 560 MB/s e 510 MB/s in scrittura.

Si tratta di una delle migliori proposte ad un prezzo tutto sommato ragionevole. L’MX500 inoltre viene offerto in due varianti: entrambe utilizzano un’interfaccia SATA, ma la prima sfrutta un form factor tradizionale da 2,5 pollici, mentre la seconda usa quella M.2 descritta in precedenza. Se avete una scheda madre dotata di slot M.2, questa seconda opzione può essere un ottimo compromesso tra buone prestazioni e un risparmio di cavi e spazio all’interno del case, che fornisce tra l’altro un aspetto più pulito dell’hardware – cosa che non guasta mai.

SSD Crucial MX500 M.2

Come anticipato però il modello con interfaccia M.2 (così come gli altri presenti nella guida) non è da confondere con i dischi NVMe, che utilizzano l’interfaccia PCIe. In termini di prestazioni la versione da 2,5 pollici e la versione M.2 sono equivalenti, poiché entrambi sono di tipo SATA; la differenza si riscontra esclusivamente nel fattore di forma. Sia il Crucial MX500 da 2,5 pollici che l’MX500 M.2 sono attualmente disponibili su Amazon al medesimo prezzo di 51,23 euro e vengono forniti con ben 5 anni di garanzia del produttore.

» clicca qui per acquistare il Crucial MX500 250GB


Patriot Burst 240GB

SSD Patriot Burst

Il secondo SSD economico che proponiamo rappresenta un’ottima alternativa leggermente più economica dell’MX500, il Patriot Burst da 240GB (PBU240GS25SSDR). Le prestazioni in lettura/scrittura di 550/500 MB/s sono molto vicine a quelle dell’MX500, con una differenza rispetto alla proposta di Micron praticamente impercettibile. Le differenze principali sono nella capienza, inferiore di 10GB e nella garanzia: Patriot infatti offre una garanzia limitata di 3 anni rispetto ai 5 offerti da Micron. Il Patriot Burst quindi è un prodotto da tenere in considerazione se state cercando un buon SSD SATA, anche se purtroppo bisogna accontentarsi del formato da 2,5 pollici. Il Patriot Burst da 240GB è disponibile su Amazon.

» clicca qui per acquistare il Patriot Burst 240GB


Western Digital Blue 240GB

SSD Western Digital Blue

Western Digital rappresenta un punto di riferimento per lo storage e la serie Blue, già nota per gli HDD, ha portato nel mercato consumer SSD economici e dalle buone prestazioni. Si tratta di un SSD caratterizzato dalla qualità riconosciuta di Western Digital, anche in questo caso dotato di cache DRAM e dal rapporto qualità/prezzo discreto, anche se non è una delle proposte più economiche.

SSD Western Digital Blue M.2
La versione da 250GB (disponibile su Amazon) raggiunge velocità di lettura/scrittura di 560/530 MB/s. Tuttavia, come per l’MX500, il Western Digital Blue è uno dei pochi prodotti in questa fascia di prezzo ad offrire ben 5 anni di garanzia. Infine anche WD offre allo stesso prezzo entrambi i form factor 2,5” e M.2, scelta che può agevolare coloro che hanno sulla scheda madre gli slot dedicati.

» clicca qui per acquistare il Western Digital Blue 240GB


SanDisk Ultra 3D

SSD SanDisk Ultra 3D

SanDisk rappresenta un’altra azienda di riferimento per lo storage, in particolare per i dispositivi esterni come chiavette USB e schede di memoria. L’azienda che infatti nasce proprio come produttore di memorie flash; oggi fa parte di Western Digital e può vantare un “know how” derivato dagli anni di lavoro in questo settore, unito alla tecnologia di WD. Anche SanDisk quindi presenta un’offerta, seppur caratterizzata in maggioranza da dispositivi esterni come da tradizione, in cui ritroviamo l’ottimo SSD SanDisk Ultra 3D da 250GB, disponibile su Amazon. La scheda tecnica è praticamente la stessa del WD Blue descritto prima, tuttavia in questo caso è possibile orientarsi solo sul formato da 2,5” in quanto l’azienda offre un’unica soluzione M.2, con protocollo NVMe e un taglio minimo di 500GB, dal costo ben più elevato. Così come per il Western Digital Blue, anche il SanDisk offre 5 anni di garanzia limitata.

» clicca qui per acquistare il SanDisk Ultra 3D


Sabrent Rocket NVMe 256GB

Sabrent Rocket NVMe BestOf
Il Sabrent Rocket NVMe rappresenta in assoluto una delle migliori proposte sul mercato, a patto che si abbia a disposizione uno slot sulla scheda madre PCIe M.2. Nel caso specifico sfrutta la specifica PCIe 3.0 riuscendo a raggiungere velocità in lettura/scrittura fino a 3400/3000 MB/s, velocità impossibili da raggiungere attraverso una semplice interfaccia SATA. Come per gli altri dispositivi inoltre, troviamo una capienza di 256GB, che non costringe a rinunciare all’immagazzinamento a fronte di maggiori prestazioni. Infine così come per i prodotti più blasonati, anche Sabrent offre una garanzia limitata di ben 5 anni registrato il prodotto sul relativo sito. Insomma un prodotto che a pieno titolo meritava di essere menzionato nella nostra guida, che attualmente non trova alcun concorrente quando si guarda il rapporto prezzo/prestazioni.

» clicca qui per acquistare il Sabrent Rocket NVMe 256GB


PNY XLR8 CS3030 NVMe 250GB

PNY XLR8 CS3030
Il PNY XLR8 CS3030 (disponibile su Amazon) è un SSD praticamente identico al Sabrent Rocket, ma da un marchio diverso. Così come il suo gemello di madre diversa, anche qui ritroviamo le ottime memorie Toshiba TLC così come il controller Phison E12. Le velocità sono leggermente più elevate, riuscendo a raggiungere i 3500 MB/s in lettura e 3100 MB/s in scrittura. Di poco inferiore invece la capacità che in questo caso si ferma a 250GB. Si tratta quindi di un’ottima alternativa, perfettamente in linea con quanto offerto da Sabrent, che merita di essere menzionata per tutti coloro che hanno uno slot M.2 sulla scheda madre, e vogliono a giusta ragione poterlo sfruttare al meglio. Anche PNY garantisce il suo SSD per ben 5 anni, ragione per la quale il consiglio che possiamo darvi nel caso foste indecisi tra questi due dischi è di scegliere quello che costa meno. La differenza prestazionale è irrilevante e la qualità generale è assolutamente alla pari, non vi è alcun motivo quindi che possa far scegliere uno rispetto all’altro.

» clicca qui per acquistare il PNY XLR8 CS3030 250GB


Abbiamo lasciato alla fine due SSD economici DRAM-less. Ma cosa vuol dire DRAM-less? si tratta sempre di dischi allo stato solido, ma che non utilizzano la memoria DRAM per la cache, bensì della memoria 3D NAND SLC (Single Layer Cell). Rispetto ai dispositivi dotati di cache DRAM le velocità sono molto più dipendenti dal carico di lavoro, tuttavia l’utilizzo della memoria SLC permette di ridurre ancor di più il costo ed è sufficiente per velocizzare l’avvio del sistema operativo e dei vostri software principali. Se quindi le proposte che vi abbiamo fatto finora vi sembravano ancora troppo costose, questi potrebbero essere gli SSD economici che fanno per voi.

KingDian SSD S280 240GB

SSD KingDian S280
Il KingDian S280 è tra le proposte più economiche del mercato. L’SSD di KingDian è il prodotto ideale per chi cerca una soluzione dalle ottime prestazioni, ma vuole spendere il meno possibile. Le velocità in lettura/scrittura raggiungono i 560/380 MB/s risultando molto vicine alle soluzioni dotate di DRAM, ma con il vantaggio di un prezzo estremamente competitivo. Il packaging è molto semplice e non include alcun accessorio; la garanzia è limitata ai soli 2 anni previsti per legge.Disponibile su Amazon, il KingDian S280 può rivelarsi un ottimo compromesso per chi vuole migliorare le prestazioni generali del PC spendendo veramente poco. È giusto segnalare che nonostante si tratti di un marchio poco noto, dal punto di vista delle performance non ha nulla da invidiare alle soluzioni DRAM-less di altri marchi, che però hanno un costo maggiore (come il Crucial BX500 di Micron).

» clicca qui per acquistare il KingDian S280


Silicon Power A55 256GB

Generica
Si tratta dell’SSD SATA di cui abbiamo parlato nell’aggiornamento che sostituisce il precedente Silicon Power Slim S57. È una soluzione DRAM-less che utilizza memorie e controller proprietari. Silicon Power infatti è un’azienda specializzata nella produzione di memorie Flash, e l’A55 in particolare rappresenta un’ottima alternativa al KingDian (che per altro utilizza proprio un controller Silicon Power) di un marchio già affermato del settore. Come sottolineato manca la memoria cache DRAM che ritroviamo invece sui prodotti più costosi, tuttavia l’SSD è in grado di offrire velocità in lettura/scrittura fino a 560/530 MB/s riuscendo a sfruttare per intero la larghezza di banda della porta SATA III. Come per ogni SSD DRAM-less le velocità sono estremamente variabili e condizionate dal carico di lavoro, tuttavia per chi vuole spendere il meno possibile senza rinunciare ad una buona qualità, il Silicon Power A55 rappresenta senza dubbio un prodotto da tenere in considerazione, grazie soprattutto ai 3 anni di garanzia offerti.

» clicca qui per acquistare il Silicon Power A55