Schede Grafiche

I prezzi delle schede video stanno tornando normali?

Il boom del mining di criptovalute vissuto per gran parte dell'anno passato ha portato i prezzi delle schede video, sia di Nvidia che di AMD, dedicate ai giocatori su livelli insostenibili per molti mesi. L'avvio del 2018 è stato uno dei periodi più difficili in tal senso e per molti prodotti abbiamo visto un raddoppio dei prezzi di listino.

Nelle ultime settimane la situazione è migliorata, tanto che Nvidia negli Stati Uniti ha diffuso una nota stampa in cui afferma che GTX 1080, 1070 Ti, 1070, 1060 6GB e 1060 3GB sono disponibili in buone scorte e con prezzi vicini a quelli consigliati nei principali negozi online.

Della situazione oltreoceano ci/vi importa poco, ma se Nvidia pensa che il peggio forse è alle spalle, allora è giunto il momento di dare uno sguardo anche alla situazione italiana.

Così abbiamo dato un'occhiata su Amazon Italia (su cui riusciamo ad avere un quadro storico dei prezzi dei prodotti) a un po' di modelli di schede video, sia GeForce che Radeon, e dobbiamo dire che effettivamente da qualche settimana la situazione ha compiuto netti passi avanti. Certo, non siamo ai livelli di prezzo minimi toccati in qualche momento in passato, ma siamo ben lontani dalle vette inconcepibili di qualche mese fa.

geforce

Oltre ai prezzi, anche la disponibilità è migliorata. Nel periodo più infausto i tempi di consegna si contavano in mesi, mentre oggi si parla di prodotti in stock, con consegna praticamente immediata oppure di tempi di attesa ridotti a pochi giorni. La situazione cambia da scheda a scheda e da produttore a produttore, ma in linea generale chi pensa di acquistare una scheda video oggi non può più essere tacciato di essere fuori di testa.

Vediamo qualche esempio, prendendo il dato delle schede vendute e spedite da Amazon per avere sempre un unico riferimento. Sappiate che gli altri venditori presenti su Amazon praticano prezzi in genere ancora più bassi rispetto ad Amazon stessa, almeno in questo momento.

Partiamo dalla Asus ROG Strix GTX 1080, attualmente a 626 euro, di certo non un prezzo basso (è scesa fino a 549 euro in passato), ma ben lontano dai 927 euro toccati seppur per pochissimo a marzo. Un'altra GTX 1080, la Gigabyte G1, è acquistabile a 674 euro direttamente da Amazon (ancora meno da altri venditori), ma era arrivata a 870 euro – il prezzo minimo toccato in passato è stato di 540 euro.

geforce cargo

Passando alla GeForce GTX 1070, troviamo un modello di EVGA a 555 euro. In passato era arrivato a 690 euro, a fronte di un prezzo minimo per il venduto e spedito da Amazon di 420 euro circa. Una GTX 1070 Ti di Gigabyte, invece, si trova ora a 557 euro, ben al di sotto dei 750 euro raggiunti a marzo e non molto lontana dai 527 euro, il prezzo più basso praticato da Amazon Italia per questa scheda.

Facciamo un esempio anche per quanto riguarda la GTX 1060 6GB: il modello ROG Strix di Asus oggi venduto a 375 euro, in passato aveva raggiunto 480 euro. Il prezzo più basso praticato da Amazon è stato di 306 euro.

Potremmo andare avanti, ma come vedete i listini non sono più quelli impossibili di qualche settimana fa. E non abbiamo preso sempre i prezzi più bassi in questo momento, come scritto poco sopra, ma quelli praticati direttamente da Amazon, non dagli altri venditori presenti sullo shop. Basta un minimo di ricerca per trovare il modello che state cercando a prezzi ancora inferiori a quelli indicati.  

In casa AMD Radeon vediamo la Gigabyte RX Vega 56 Gaming OC a 663 euro, il prezzo più basso da quando Amazon stessa la commercia, a dispetto dei 1037 euro di due mesi fa. Per quanto riguarda le RX 580 8GB, schede davvero saccheggiate dai miner nei mesi scorsi, la situazione attuale è che Amazon non ne vende direttamente, ma gli altri venditori stanno praticando prezzi più umani. Ad esempio c'è chi vende una Sapphire Nitro+ a 320 euro, non certo i 225 euro toccati come minimo in passato, ma neanche i 580 euro raggiunti sul finire di febbraio.

La situazione sembra quindi decisamente migliore, anche se non del tutto ideale. La speranza è che la tendenza al ribasso continui, senza nuovi scossoni. Sia Nvidia che AMD hanno cercato in questi mesi di controllare e arginare il fenomeno del mining – almeno a parole – e forse gli effetti stanno iniziando a farsi sentire. Se avete quindi rimandato il vostro acquisto a tempi migliori, ora è venuto il momento di darsi almeno uno sguardo in giro per valutare la situazione. Come sempre però, a voi la scelta.