CPU

IBM e AMD sperimentano a 22 nanometri

IBM e i suoi partner – tra cui rientrano AMD, Freescale, STMicroelectronics e Toshiba – hanno annunciato di aver prodotto con successo la prima cella SRAM funzionante grazie al processo di produzione a 22 nanometri. Le SRAM sono dei chip utilizzati come test per provare la bontà di un nuovo processo produttivo, che poi verrà (a distanza di anni) impiegato per la produzione di microprocessori veri e propri.

La cella SRAM è stata prodotta nel tradizionale design a sei transistor su un wafer da 300 millimetri, raggiungendo una dimensione di 0.1 μm2, un risultato molto interessante se pensiamo che la cella SRAM impiegata per testare il processo produttivo a 45 nm aveva dimensioni pari a 0,346 μm2.

Con questo annuncio, AMD e IBM superano Intel. L'azienda americana ha infatti annunciato la produzione di SRAM a 32 nm nel settembre del 2007 e non dovrebbe raggiungere il traguardo dei 22 nanometri non prima di un anno. Ma con le sole SRAM non si va da nessuna parte, e infatti Intel si può definire ben più avanti di AMD, con i primi prototipi di CPU a 32 nm che saranno mostrati nell'IDF che si tiene proprio in questi giorni. Per AMD si tratta comunque di un segnale molto incoraggiante, che mette un po' più di pressione a Intel, quantomeno in ottica futura.