Software

iBooks e Mappe

Pagina 5: iBooks e Mappe

iBooks

iBooks è una delle nuove applicazioni che approdano su Mac OS X. Al primo avvio vi verrà chiesto d'inserire il vostro Apple ID e, se avete acquistato libri, verranno visualizzati e potrete scaricarli con un click. Saranno visualizzate due pagine per volta, tutto in un layout molto pulito, e potrete sfogliare le pagine con il trackpad o con le frecce.

Selezionate una porzione di testo e un menù contestuale vi proporrà di evidenziare, sottolineare, aggiungere una nota, cercare nel libro, su Wikipedia o avviare la riproduzione vocale. Per aumentare o diminuire il carattere non potrete usare una gesture ma dovrete usare i comandi “CMD +” e “CMD -“ o usare il menù superiore. Non mancano i segnalibri.

iMac o MacBook non sono il dispositivo migliore per leggere libri, ma per un uso didattico iBooks potrebbe essere un buon inizio, soprattutto se poi è possibile passare ai dispositivi mobile per continuare la consultazione.

Mappe

Assieme a iBooks arriva anche l’applicazione Mappe. Conosciamo bene questa applicazione, dato che offre le stesse caratteristiche di quella per iPhone. Potrete geolocalizzare la vostra posizione, scegliere una visualizzazione standard, satellite o ibrida, creare un tragitto e condividerlo, o inviarlo direttamente su un iPhone.

Speriamo di non vedere nessuno al volante con il MacBook sul sedile per usarlo come navigatore, ma se fate spesso uso delle mappe l'applicazione integrata può velocizzare la consultazione.