CPU

IDF Fall 2008: Core i7 con modalità Turbo

Intel ha annunciato, nel corso del primo giorno dell'IDF, che i nuovi processori Core i7 avranno una modalità turbo. Non sarà esattamente come il bottone posteriore turbo presente in alcuni computer di fine anni '80/'90, ma sarà comunque una funzione utile ad aumentare le prestazioni single threaded. La tecnologia si basa sull'idea di incrementare dinamicamente la frequenza della CPU quando non tutti i core sono in uso, ottenendo quindi migliori prestazioni in applicazioni single threaded proprio quando più ce n'è bisogno.

Il turbo mode si avvantaggia delle migliorate caratteristiche di gestione energetica del Nehalem, già annunciate in precedenti eventi. La tecnologia integrata Power Gate spegnerà i core che sono in modalità idle, reducendone il voltaggio a zero, piuttosto che semplicemente ridurne le richieste energetiche. Avere meno core che consumano corrente e producono calore permetterà di spremere maggiori prestazioni dagli altri core, senza comunque eccedere il TDP massimo del processore.

Facciamo un esempio. Se userete un Core i7 con 4 core per giocare a un gioco che usa un solo core, gli altri tre si spegneranno, riducendo il calore complessivo generato dal processore. L'unico core in funzione sarà quindi automaticamente overcloccato per ottenere maggiori prestazioni. Questa nuova tecnologia potrebbe dare ai processore quad-core le stesse prestazioni in single thread di quelle dei dual core più veloci, portando gli utenti a preferire i quad-core anche per i giochi.

Ovviamente non possiamo ancora quantificare i miglioramenti che il turbo mode porterà, ma le prime dimostrazioni mostrano che c'è almeno un singolo step di miglioramento, per esempio da 22 a 23. Non è chiaro se questa modalità turbo sarà apprezzata anche dagli overclocker. Gira voce infatti che se Intel fa una scelta del genere è probabilmente perché i Nehalem saranno duri da overcloccare.