Schede madre

Il Core i7-11800H arriva su desktop con questa scheda madre

Il brand cinese Maxsun ha recentemente presentato MS-Milestone i7-11800H Plus, una scheda madre micro-ATX con una particolarità: integra un processore Intel core i7-11800H, appartenente alla famiglia Tiger Lake e dedicato al mercato mobile.

La scheda madre presenta un PCB nero e usa il chipset HM570, lo stesso che troviamo sui computer portatili con questa CPU. Per alimentare la CPU troviamo un connettore EPS 8-pin, che fornisce energia alle sette fasi di alimentazione DrMOS da 50 Ampere che supportano fino a 200W, ben più dei 45W necessari per il funzionamento del Core i7-11800H.

Credit: Maxsun

Il processore è equipaggiato con un piccolo dissipatore di calore, ma è necessaria una soluzione esterna per raffreddarlo adeguatamente; Maxsun non ha specificato il sistema di montaggio usato dalla scheda madre, ma a prima vista sembra che siano compatibili tutti i dissipatori per socket LGA115x.

Se stavate già immaginando qualche strano upgrade partendo da questa scheda madre, fermatevi subito: il processore è saldato, quindi non può essere sostituito con un altro modello. In termini di specifiche, il Core i7-11800H offre 8 core Willow Cove e 16 thread, 24MB di cache L3, clock di 2,3GHz che arriva fino a 4,6GHz in boost e grafica integrata Iris Xe con 32 EU e un clock di 1,45GHz. La CPU è prodotta con il processo 10nm SuperFin di Intel.

Per il resto, la scheda madre in questione offre due slot DDR4 e supporta fino a 64GB di memoria, tre porte SATA III, due slot M.2 per SSD NVMe (solo uno è PCIe 4.0), uno slot M.2 E-key per schede di rete Wireless e un PCIe 4.0 x16, un PCie x4 e un PCIe x1 dedicati all’espansione. Il pannello I/O offre due HDMI e due DisplayPort, una porta PS/2, due USB 2.0, quattro USB 3.2 Gen1, un jack audio da 3,5mm e una LAN 2,5G. Non ci sono porte USB tipo C, ma è presente un header dedicato per collegarne una presente sul case.

Il leaker momomo_us ha scovato la MS-Milestone i7-11800H Plus sul portale JD.com, a un prezzo di circa 400 euro. La compagnia vende prodotti principalmente in Asia e, anche se alcuni di questi sono arrivati anche negli Stati Uniti, è difficile pensare che approderanno anche in Europa.