Software

Il kernel Linux 5.5 è pronto ad accogliere le APU AMD Ryzen 4000

Il nuovo kernel Linux 5.5 dovrebbe essere rilasciato questa domenica e, a quanto pare, includerà un’aggiornamento dell’ultimo minuto inerente ai processori AMD Ryzen 4000, nome in codice Renoir.

Il cambiamento interessa nello specifico il driver AMDGPU DRM, che non viene più considerato come sperimentale. Ciò significa che il driver open source potrà essere usato senza problemi da tutte le schede video GCN, senza la necessità di dover andare ad abilitare qualche flag particolare.

AMD Ryzen 4000 Mobile CES 2020

AMD ha iniziato a lavorare al supporto dei nuovi processori serie 4000 nel kernel Linux già dalla scorsa estate. Il supporto a Renoir è stato introdotto nel kernel 5.4, ma inizialmente era identificato come “sperimentale”; con il cambiamento di cui vi abbiamo appena parlato, alla fine del ciclo di sviluppo del kernel 5.5 i nuovi Ryzen 4000 vengono invece identificati come pienamente supportati.

La notizia non può che far felici gli utenti, soprattutto dal momento che questi nuovi processori (presentati durante il CES) dovrebbero arrivare sul mercato entro la fine del Q1 2020. Vi ricordiamo che yutti i nuovi processori della famiglia Renoir, dall’entry level Ryzen 4300U fino ai top di gamma Ryzen 4800H e Ryzen 4800U, sono basati su architettura Zen 2 e integrano una grafica integrata Vega.

Dato che Renoir è basato su Vega, l’implementazione dei driver per la grafica non dev’essere stata troppo difficile. Fino ad ora, gli utenti che volevano sfruttare il driver dovevano avviare il kernel con il flag amdgpu.exp_hw_support=1; da questo momento invece tutti coloro che eseguiranno il prossimo kernel di Linux 5.5 (che dovrebbe essere incluso in Ubuntu 20.04 LTS) troveranno il driver abilitato per impostazione predefinita. Questo kernel dovrebbe essere distribuito e adottato prima dell’uscita dei nuovi notebook AMD.

Siete alla ricerca di un notebook non troppo costoso su cui poter usare anche Linux? Date un’occhiata a questo HP Pavilion con Ryzen 5 3500U, disponibile a poco più di 500 euro.