Schede Grafiche

Il mostro di NVIDIA per il mining è già in vendita

Come riportato dal noto leaker Komachi_Ensaka, la GPU di punta di NVIDIA per il mining di criptovalute CMP 170HX è stata avvistata in vendita. Stando a quanto riferito, Vipera, un rivenditore di Dubai, ha 238 unità in magazzino e le sta proponendo alla cifra di 4.300 dollari.

Photo Credit: Yahoo
NVIDIA CMP 170HX

NVIDIA aveva lanciato la linea Cryptocurrency Mining Processor (CMP) nel tentativo di distogliere l’attenzione dei miner dalle sue schede grafiche GeForce basate su Ampere. In seguito, abbiamo appreso che NVIDIA stava riproponendo l’architettura Turing per queste GPU CMP. La CMP 170HX, invece, sfrutta il die GA100, lo stesso alla base della costosa scheda per data center A100. Ancora una volta, si tratta di un modo intelligente di NVIDIA per riciclare die GA100 difettosi in qualcosa di redditizio.

La GPU GA100 all’interno di CMP 170HX ha solo 70 SM abilitati, per un totale di 4.480 core CUDA, mentre l’A100 ha il die completo a 108 SM o 6.912 core CUDA. Il CMP 170HX offre fino a 164 MHps di prestazioni di mining di Ethereum e richiede solo una connessione PCIe 4.0 x4 per raggiungere il suo obiettivo. La scheda dispone anche di 8GB di memoria HBM2e su un’interfaccia di memoria a 4.096 bit. CMP 170HX ha un TDP di 250W ed è più che felice di alimentarsi con un singolo connettore di alimentazione PCIe a 8 pin.

Photo Credit: Yahoo
NVIDIA CMP 170HX
Photo Credit: Yahoo

Komachi_Ensaka ha anche scoperto un’asta Yahoo in Giappone, dove l’offerta attuale per la CMP 170HX è di 600.000 yen (4.548€). La GPU presenta un design standard a doppio slot con raffreddamento passivo. Il rivestimento metallico argentato sembra piuttosto elegante e, se non fosse per i piccoli loghi NVIDIA e CMP 170HX, non sapreste dire la sua provenienza.

Essendo una GPU su misura per il mining di criptovalute professionale, il CMP 170HX non possiede uscite video. Inoltre, il feedback degli utenti ha rivelato che la GPU è dotata di un vBIOS bloccato, quindi l’overclocking o l’undervolting sono fuori discussione. A causa della natura del mining di criptovalute, le GPU progettate a tale scopo in genere non vengono fornite con una garanzia generosa. Ad esempio, Gigabyte supporta la sua CMP 30HX con una garanzia limitata di tre mesi. Secondo Vipera, la CMP 170HX ha una garanzia del produttore di un anno.