Software

Il nuovo 3DMark per Windows è pronto, scaldate le GPU

La versione Windows del nuovo 3DMark, il benchmark realizzato da Futuremark per testare i computer e in particolare le schede video, è pronta. Il debutto ufficiale è previsto per il 4 febbraio, lunedì alle 19:00 ora italiana. È certamente in ritardo rispetto ai piani iniziali, ma secondo l'azienda la lunga attesa è dovuta ai test e al lavoro congiunto con i partner, che ha richiesto più tempo del previsto.

Allo stesso modo lo sviluppatore ha affermato che ha bisogno di più tempo per lo sviluppo e la fase di test delle versioni di 3DMark per Android, iOS e Windows RT, che rappresentano le grandi novità di un benchmark che sinora era sempre rimasto confinato ai computer x86. "Puntiamo un'uscita a breve distanza tra le differenti versioni. Pensate in termini di settimane e non di mesi", ha specificato Futuremark.

Clicca per ingrandire

La software house ha anche condiviso alcuni nuovi particolari sul benchmark. 3DMark usa per esempio una combinazione di caratteristiche in-app e servizi web online per permettere all'utente di capire al meglio le prestazioni del proprio hardware. Nell'immagine qui sopra potete vedere i nuovi grafici prestazionali che accompagnano i punteggi di ogni test. "Per i componenti che lo supportano, 3DMark registra frame al secondo (FPS), temperatura di CPU e GPU, il consumo e la frequenza della CPU durante il funzionamento del benchmark".

Clicca per ingrandire

Un'altra novità riguarda i grafici, che sono diventati interattivi. "Potete zoomare, cambiare la scala e scorrere la classifica per focalizzarvi su una parte specifica della sessione del test. Potete cliccare sulle linee per ottenere i numeri relativi a quel dato punto nel tempo, il che è un modo utile per controllare le temperature di picco raggiunte durante il benchmark, ad esempio".

Ricordiamo che secondo notizie precedenti il nuovo 3DMark sarà compatibile con le librerie DirectX 9, 10 e 11 e continuerà ad avere le impostazioni di dettaglio "Entry", "Performance" ed "Extreme". Non è chiaro quali versioni di Windows saranno supportate, sebbene Windows 7 e 8 siano da dare per certi. Ha buone possibilità anche Vista, ma soprattutto bisognerà capire se girerà su Windows XP. Concludiamo segnalandovi che se il video qui sopra vi è piaciuto, non vi resta che dare un'occhiata al canale YouTube di Futuremark, dove troverete altri filmati sui test che saranno presenti nella nuova suite di benchmark.