Tom's Hardware Italia
Software

Il nuovo Windows 10 per tutti, magia del machine learning

Windows 10 April 2018 Update è il major update di Windows 10 distribuito più rapidamente di tutti. Per arrivare a questo traguardo Microsoft ha spiegato di aver impiegato, per la prima volta, anche il machine learning. Finora la casa di Redmond si avvaleva delle informazioni su successi, fallimenti e incompatibilità dell installazioni raccolte dai primi sistemi a […]

Windows 10 April 2018 Update è il major update di Windows 10 distribuito più rapidamente di tutti. Per arrivare a questo traguardo Microsoft ha spiegato di aver impiegato, per la prima volta, anche il machine learning.

Finora la casa di Redmond si avvaleva delle informazioni su successi, fallimenti e incompatibilità dell installazioni raccolte dai primi sistemi a ricevere l'update per decidere se ampliarne il bacino di ricezione.

Con il modello di machine learning messo in campo, Microsoft è riuscita a identificare quali caratteristiche del sistema rendevano più probabile il successo dell'installazione.

Questo modello ha permesso di capire più rapidamente quali erano i potenziali sistemi candidati a passare al nuovo Windows. Il risultato è un minor numero di ritorni alla versione precedente, meno crash e un feedback degli utenti generalmente più positivo.

windows 10

Durante la fase di distribuzione dell'aggiornamento sono state rilevate alcune incompatibilità. Per esempio Microsoft ha identificato una versione di Avast Behavior Shield che causava riavvii.

La soluzione immediata è stata quella di mettere in blacklist i sistemi con software problematici, il che significa che entro 24 ore dalla rilevazione del problema i sistemi a rischio non sono stati più aggiornati. Avast ha poi ritoccato il software, e quindi l'update è stato ripristinato.

Leggi anche: Guida all'acquisto del notebook

L'aggiornamento di aprile è ora su 250 milioni di sistemi e punta ad arrivare sugli oltre 700 milioni di dispositivi Windows 10 in totale, specie ora che l'update è stato aperto a tutti.

Si può quindi aggiornare con una discreta fiducia: Microsoft afferma che il nuovo aggiornamento comporta il 20% in meno di problemi di stabilità (rispetto ai sistemi con il precedente major update), con il 20% in meno di problemi di stabilità dei driver, su oltre 400.000 driver in totale. La casa di Redmond afferma inoltre che le chiamate di supporto generate da Windows 10 si stanno riducendo a ogni update.


Tom's Consiglia

Cerchi un portatile Windows 10 dal prezzo sotto i 500 euro? Prova a dare una chance all'Asus VivoBook S15.