Schede Grafiche

Il prezzo delle memorie sale ancora: nuove grane per GPU e console?

Si stima che i prezzi delle memorie GDDR6 aumenteranno tra l’8 e il 13% entro il terzo trimestre del 2021, danneggiando il mercato delle GPU e delle console: ne risentiranno Xbox Series X|S, PlayStation 5, nonché le schede grafiche Nvidia GeForce e AMD Radeon.

Secondo quanto riporta TweakTown, TrendForce prevede che ci sarà un aumento dell’8-13% nei prezzi delle memorie GDDR entro la fine dell’anno, che porteranno ad incrementare ulteriormente i prezzi nonché a minare ancora di più la disponibilità di GPU e console. L’aumento dei prezzi della DRAM grafica (GDDR) danneggerà i prodotti basati su GDDR6 e GDDR6X. Il primo tipo di memoria è presente, tra le altre cose, all’interno delle nuove GPU AMD basate su RDNA 2 (come la serie Radeon RX 6000), così come le schede grafiche nelle console Xbox Series X|S di Microsoft e PlayStation 5 di Sony.

Nvidia, ad esempio, utilizza invece la memoria GDDR6X ultraveloce in metà delle sue nuove GPU della serie GeForce RTX 30 basate su Ampere. La RTX 3070 Ti e 3080 Ti utilizzano entrambe la memoria GDDR6X, così come le RTX 3080 e RTX 3090.

TrendForce indica alcuni fattori chiave dietro l’aumento del prezzo della DRAM grafica:

  • La domanda nel mercato dei PC rimane elevata, in particolare per i prodotti dedicati al gaming;
  • Sia Xbox Series X che PlayStation 5 sono dotate di chip GDDR6 da 16Gb, che è diverso dai chip GDDR6 da 8Gb. Poiché i due chip non sono intercambiabili, una volta che i fornitori di DRAM impegnano le loro capacità di produzione per uno dei due chip, non possono più produrre l’altro utilizzando lo stesso lotto di wafer.
  • Poiché c’è stata una ripresa degli ordini di DRAM per server, i fornitori di DRAM stanno ancora dando la priorità alla produzione di questi prodotti in quanto si tratta di un mercato tradizionale. Poiché la produzione di DRAM è limitata, si prevede che i prezzi contrattuali della DRAM grafiche subiranno un aumento in futuro. In particolare, gli OEM/ODM di medie e piccole dimensioni potrebbero dover affrontare aumenti percentuali a due cifre.

Se così fosse, il settore riceverebbe un ennesimo contraccolpo, che va a unirsi alla carenza di disponibilità dei giorni nostri e all’incredibile aumento dei prezzi delle GPU attualmente disponibili sul mercato.