Schede Grafiche

Il ray tracing sulle schede AMD RDNA2 potrebbe essere un’esclusiva della fascia alta

Stando agli ultimi rumor riportati da Wccftech, il supporto al ray tracing annunciato da AMD per le nuove schede grafiche che sfrutteranno l’architettura RDNA2 potrebbe essere incluso solo sulle schede di fascia alta, che andranno a scontrarsi con la lineup Nvidia RTX.

A quanto pare quindi il Team Red intende mettere in campo una strategia molto simile a quella di Nvidia, proponendo sul mercato due serie diverse di schede Radeon RDNA2: una mainstream senza il supporto al ray tracing, l’altra invece di fascia alta per chi vuole sperimentare le ultime tecnologie.

AMD quindi potrebbe proporre così come Nvidia una prima gamma di schede video più economiche, atte a contrastare la serie GTX 1600, mentre una seconda famiglia di fascia altra dovrebbe concorrere con la serie RTX e appunto integrare il supporto al ray tracing.

Stando alla roadmap di AMD, le schede basate su RDNA hanno offerto un aumento del 50% quando si parla di performance-per-watt e lo stesso dovrebbe fare RDNA2 rispetto alla sua prima incarnazione. La casa di Sunnyvale sfrutterà nuovamente il processo produttivo a 7nm di TSMC, oltre un design complessivamente rinnovato che porta a un aumento delle frequenze e a un’architettura riprogettata che migliora l’IPC (Instructions Per Clock).

È possibile quindi che le due serie di schede grafiche basate su RDNA2 abbiano target differenti. Nel primo caso, quelle più economiche potrebbero puntare su un maggior efficientamento energetico, proponendo performance maggiori delle attuali Radeon 5000 e consumi ridotti. Nel secondo caso invece l’efficienza e le maggiori dimensioni del die potrebbero essere sfruttare per dare spazio a funzionalità aggiuntive come il ray tracing, offrendo non solo prestazioni maggiori, ma anche novità assolute lasciando il TDP in un range simile a quello dell’attuale offerta top di gamma.

Ricordiamo poi che AMD ha lavorato all’hardware delle nuove console di casa Microsoft e Sony che, come preannunciato, supporteranno il ray tracing. Ciò vuol dire che la società è senza dubbio al lavoro su un’offerta che sia all’altezza del mercato PC. Sappiamo inoltre che AMD fornirà un proprio framework di ottimizzazione agli sviluppatori, atto a semplificare il processo di integrazione delle nuove funzionalità nei loro titoli.

Non rimane quindi che aspettare l’annuncio ufficiale per capire in che modo l’azienda intenda muoversi e in quali fasce di prezzo collocherà la nuova gamma di GPU.

Se vuoi una nuova scheda grafica per giocare in Full HD a frame rates elevati, allora la Asus TUF AMD Radeon 5700 è un ottimo compromesso per qualità/prezzo, la trovi su Amazon.