CPU

Il Samsung Exynos 8890 passa su Geekbench e fa sfigurare il 7420!

Samsung Lucky-LTE ed Exynos 8890, chi sono costoro? La risposta al momento può essere solo basata su ipotesi, visto che il database di Geekbench, il luogo su cui sono stati avvistati entrambi, non rivela molto.

A colpire soprattutto è il punteggio ottenuto dal nuovo SoC, che sovrasta sia nelle operazioni single che multi-core l'attuale Exynos 7420, a sua volta forse la soluzione più potente sul mercato.

L'8890 infatti ha fatto segnare rispettivamente 1409 e 4882 punti contro i 1305 e 4382 punti del 7420, risultato ancora più notevole se si pensa che l'esemplare utilizzato nel test aveva un clock rate ridotto a soli 1.3 GHz.

exynos 8890

Dal punto di vista tecnico invece non si può apprendere assolutamente nulla su questo nuovo SoC in via di sviluppo se non che si tratti di una soluzione a otto core basati su architettura ARM v8 a 64 bit.

exynoss Chipset 01

Il mistero si fa poi ancora più fitto quando dal SoC si sposta l'attenzione al dispositivo che lo ospitava durante lo svolgimento del benchmark e che come detto al momento era indicato dal semplice nome in codice Lucky-LTE, di cui sappiamo soltanto che utilizzava, al momento della prova, 4 GB di RAM e Android 5.1 Lollipop come sistema operativo. Che si tratti del futuro Galaxy S7?

Proprio oggi alcune fonti interne all'azienda sud coreana hanno riferito che il colosso sia già al lavoro sulla nuova famiglia di smartphone e phablet, che dovrebbe comprendere due modelli, uno da 5.2 e uno da 5.8 pollici. Le fonti hanno fatto riferimento anche all'introduzione della risoluzione 4k, ma senza specificare se sia destinata al solo modello da 5.8 pollici o anche al Galaxy S7 da 5.2 pollici.

Infine i due smartphone dovrebbero avere 4 GB di RAM, come appunto riportato anche da Geekbench, il che significa che i 6 GB di RAM ospitabili grazie ai nuovi moduli di RAM LPDDR4 realizzati sempre da Samsung non faranno la propria comparsa sul mercato fino al lancio del Galaxy Note 6.