Periferiche di Rete

Il wireless evolve con WiMAX

La nuova promessa delle comunicazioni wireless è rappresentato dal neo
standard 802.16, anche noto con il nome commerciale di WiMAX (Worldwide Interoperability
for Microwave Access), il quale dovrebbe ridurre sensibilmente i costi e aumentare
la disponibilità delle tecnologie wireless a banda larga con estensione
metropolitana (WMAN).

Le caratteristiche tecniche di questa nuova specifica partorita dall’IEEE parlano
di una portata massima di 50 Km – dunque ben superiore alle poche centinaia
di metri di Wi-Fi – e di una larghezza di banda che può spingersi, in
condizioni ideali, fino a 74 Mbps. La tecnologia può operare su bande
di frequenza che vanno dai 6 agli 11 GHz.

Fra i maggiori supporter di WiMAX vi è Intel che, durante un recente
simposio organizzato dalla Wireless Communications Association (WCA) ha annunciato
l’intenzione di commercializzare i primi chip basati sulla specifica 802.16d
durante la seconda metà dell’anno.

Lo standard 802.11d prende in considerazione solo le connessioni wireless ad
alta velocità utilizzate nelle installazioni ad antenna fissa. Entro
la fine dell’anno l’IEEE conta di rilasciare una nuova specifica, 802.16e, pensata
per la mobilità e il roaming.