Software

Impara l’inglese con TellMeMore di Auralog

Pagina 1: Impara l’inglese con TellMeMore di Auralog


Introduzione

All’inizio c’erano i corsi di lingue venduti nelle edicole.
Facevano la loro comparsa poco dopo l’estate, a volte già a fine agosto, per
venire incontro alle frustrazioni degli italiani di ritorno dall’estero – ma
non sentitevi “i soliti italiani”, succede anche nel resto del mondo. Oggi i corsi cartacei sono sempre meno, anche se pur sempre abbondanti,
mentre aumentano i software di autoapprendimento.
L’idea di base è la stessa: ci portiamo a casa il pacchetto e con uno
sforzo non eccessivo, e una spesa contenuta rispetto a quella di un corso con un insegnante
vero, impariamo una lingua straniera. Il mercato italiano era in passato dominato
da un’unica casa editrice che produceva detti fascicoli. Oggi la situazione
è un po’ cambiata, e troviamo diversi prodotti tra cui
scegliere. Inoltre il luogo dell’acquisto non è più (solo) l’edicola,
ma il supermercato o il negozio d’informatica.

E l’efficacia? In realtà chi scrive non ha mai conosciuto
nessuno che gli abbia detto "Ho imparato la tal lingua con il tal metodo,
facilmente e in fretta!". La prima cosa che viene da pensare è che questi metodi siano solo una
trovata per vendere qualcosa in più approffitando dell’euforia per una splendida vacanza all’estero.
Non è così; se è vero che i metodi in sé non sono
sempre ottimi, bisogna constatare che imparare da soli una lingua è molto
difficile.

Le accademie sono più costose, ma offrono tre cose fondamentali:
un insegnante capace di guidare l’apprendimento e di capire bisogni e metodi degli allievi;
un gruppo di studenti con il quale confrontarsi e, soprattutto, un ambiente
stimolante. Questi metodi possono essere invece molto efficaci come integrazione delle
lezioni, per aumentare il lavoro ed approfondire gli aspetti più difficili.
Naturalmente nell’ipotesi che vi iscriviate a un corso di lingua per imparare
qualcosa; se invece il vostro obiettivo è conoscere gente e occupare
il tempo libero, state leggendo l’articolo sbagliato. Il risultato è
che chi pretende di fare tutto da solo in breve tempo si sente frustrato dalla mancanza
di risultati e di termini di paragone, e di conseguenza abbandona il tentativo.



I corsi di inglese
Tell Me More di Auralog, nei livelli e confezioni che potete trovare nei negozi.

Accertato il fatto che se non funziona non è detto che la colpa sia
del corso, vale ora la pena di tracciare alcune linee per capire se quello che
abbiamo esaminato, il corso Tell Me More – BASE di Auralog vale i 50 €
più IVA che dovrete sborsare per portarvelo a casa. Abbiamo anche dato
un’occhiata a Tell Me More Junior, per ragazzi tra gli 11 e i 12 anni, per il
quale vi rimandiamo alle conclusioni. Nella versione Junior è esplicita
sulla confezione la definizione del CD-ROM: "ideale come complemento al
lavoro svolto in classe!". Un accorgimento che mostra coerenza ed onestà,
che ci sarebbe piaciuto vedere anche sulla confezione dell’edizione "per adulti".