Periferiche di Rete

Information Access e Ubiquitous Computing

Pagina 1: Information Access e Ubiquitous Computing

Information Access

Il cosiddetto Information Access si sta evolvendo dalla ricerca singola – che può operare un utente contestualmente ad un’applicazione – ad una piattaforma integrata dove gli utenti navigano fra informazioni linkate quasi come se ci trovasse di fronte ad una Wiki. Insomma, la questione di fondo è che nel tempo si è creata l’esigenza di sistemi capaci di fornire risultati più "sensati", che non propongano ogni tipo di risorsa disponibile.

L’applicazione di nuove tecniche, come ad esempio l’analisi dei backlink, è in grado di fornire una migliore "razionalizzazione" delle ricerche. In futuro, sempre secondo Gartner, la navigazione contestuale si espanderà. I social network e la stessa percezione – da parte degli utenti – del loro ruolo all’interno dei processi business forniranno la base contestuale per le ricerche d’informazione.

Inoltre è prevista con questa evoluzione una sorta di passaggio di consegne: dall’attuale potere del singolo, ad una gestione ad ampio spettro dell’Information Access. Le imprese, infatti, avranno bisogno di un maggior controllo sull’accesso proprio perché le soluzioni di ricerca diventeranno più raffinate. Il management delle condizioni di accesso dovrà affidarsi, quindi, ad una serie di regole definite che possano proteggere la sicurezza dell’impresa e la privacy personale. A lungo termine, la prospettiva più promettente è proprio quella dell’automazione dei processi di ricerca e navigazione. Un sistema che pro-attivamente si possa occupare di tutto e che si affidi quindi ad assistenti digitali e agenti intelligenti. 

Il cosiddetto accesso adattivo (Adaptive Access) sarà in grado di fornire: sicurezza, collegamenti contestuali alle applicazioni, informazioni a qualsiasi utente posizionato in qualsiasi luogo e dotato di qualsiasi apparecchio, etc.