Tom's Hardware Italia
CPU

Intel compra Movidius, i processori avranno gli occhi

Con l'acquisizione di Movidius Intel mira a migliorare RealSense e a offrire piattaforme avanzate per droni, robot e computer vision.

Intel ha acquisito Movidius Technology, azienda impegnata nello sviluppo di chip e tecnologie per la "computer vision". Al momento l'esborso da parte della casa di Santa Clara non è noto.

Movidius ha partecipato allo sviluppo della prima generazione di dispositivi Tango di Google, ossia dei tablet Android (e in seguito smartphone) capaci di mappare l'ambiente circostante in tempo reale tramite un insieme di sensori e videocamere.

intel movidius
Clicca per ingrandire

Movidius ha anche collaborato con DJI per il drone Phatom 4, in particolare sull'abilità del dispositivo di percepire ed evitare gli ostacoli, e ha stretto un accordo con Lenovo.
L'azienda, oltre a 180 esperti che saranno inglobati nel Perceptual Computing Group di Intel, possiede tecnologie piuttosto avanzate nel settore, utilissime per l'Intel di oggi, sempre più improntata a offrire tecnologie complete piuttosto che solo microchip.

La nuova acquisizione si integra con RealSense, più una tecnologia completa che prevede una videocamera capace di captare la profondità e percepire l'ambiente in tre dimensioni. Con Movidius Intel vuole ampliare il suo lavoro in quest'area.

Leggi anche: Intel Aero Platform, per droni sempre più intelligenti – Intel Euclid, videocamera RealSense pronta all'uso

"La computer vision permette alle macchine di processare visivamente e capire ciò che le circonda. Le videocamere servono come occhi del dispositivo, la CPU è il cervello e un processore visivo rappresenta la corteccia visiva. Integrando il tutto la computer vision consente la navigazione e la mappatura, la prevenzione delle collisioni, il monitoraggio, il riconoscimento di oggetti e molto di più", ha spiegato Josh Walden, senior vice president e general manager del New Technology Group di Intel.

Leggi anche: Intel Project Alloy, la realtà virtuale senza fili

Ad amplificare il tutto Intel ha operato diverse acquisizioni nell'ambito del machine learning, deep learning e cognitive computing nell'ultimo periodo. Con Movidius Intel ha ora tutte le carte in regola per mettere a punto sistema davvero completo.