Tom's Hardware Italia
Periferiche di Rete

Intel, Dan McNamara a capo del nuovo Network and Custom Logic Group

Intel ha annunciato il Network and Custom Logic Group, nato dall'unione delle divisioni di infrastrutture di rete e quella delle soluzioni programmabili.

Dan McNamara ha annunciato in un comunicato sul sito ufficiale di Intel la nascita del Network and Custom Logic Group, una nuova divisione della casa di Santa Clara che unisce sotto un unico tetto il gruppo delle infrastrutture di rete e quello delle soluzioni programmabili.

L’unione delle due divisioni permette a Intel di offrire ai propri clienti un accesso senza precedenti al vasto portfolio di prodotti dell’azienda, dai processori Intel Xeon agli FPGA, eASIC e ASIC completamente custom, oltre a sistemi e soluzioni sul cloud, embedded e IoT. Per raggiungere questo fine, FPGA e silicio personalizzato continueranno ad essere importanti tecnologie orizzontali.

Dan McNamara Intel

“Questo è solo l’inizio di un Custom Logic Portfolio costantemente rinnovato di FPGA, eASIC e ASIC per supportare le necessità specifiche dei nostri clienti, attraverso tutto il loro ciclo di vita, ha dichiarato Dan McNamara. “Nessun altra compagnia al mondo può offrire qualcosa del genere”.

Anche il 5G è, senza dubbio, un argomento che sta a cuore a Intel. “Non solo un’altra ‘G’ (generazione) di wireless, il 5G permetterà di sperimentare nuovi modi di sfruttare il computing, non solo offrendo velocità e prestazioni, ma anche bassa latenza e affidabilità che assicurano capacità che i network di oggi non riescono a offrire”.

Ad esempio, grazie alla URLL (Ultra-Reliable Low Latency), le varie compagnie possono esplorare nuovi modi sicuri per utilizzare la robotica negli impianti, facendola lavorare fianco a fianco con le persone, e comunicazioni macchina-macchina sicure.

Intel Unite Cloud Service

Dan McNamara ha poi condiviso alcuni esempi di società che, grazie all’attuale portfolio di Intel, riescono ad innovare nel loro settore. “Il gigante dell’e-commerce Rakuten sta costruendo il primo network mobile al mondo nato nel cloud, sfruttando processori Intel Xeon ad alte prestazioni in datacenter, rete principale e rete di accesso radio, insieme agli FPGA. Sposterà anche parte delle sue infrastrutture ai ‘bordi della rete’ (network edge), così da avere velocità maggiori e offrire applicazioni e contenuti multimediali con latenza pressoché nulla”.

“Con partner come AT&T” ha continuato Dan, “abbiamo sviluppato soluzioni di rete che hanno permesso ai provider di spostarsi dalle strutture proprietarie ai server standard basati su architettura Intel, eseguendo come software funzioni di rete virtuali, migliorando l’efficienza operativa”.

“Sono eccitato all’idea di servire i nostri clienti in questo nuovo ruolo. Con una particolare attenzione ai clienti, la passione per la nostra tecnologia e l’impegno a imparare, abbiamo costruito per Intel un business di successo, redditizio e in crescita. E credo che il meglio debba ancora venire”.