CPU

Intel, ecco perché le CPU Rocket Lake non funzioneranno su molte schede madri serie 400

Sappiamo già che i processori Intel Rocket Lake di undicesima generazione non saranno compatibili con le schede madri H410 e B460, ma un nuovo articolo pubblicato su un forum cinese (avvistato dal noto @momomo_us) afferma che i prossimi chip a 14nm potrebbero non funzionare nemmeno su tutte le schede madri Z490. Le ragioni che porterebbero a questa situazione sono da ricercare nella mancanza di un supporto a livello di chipset e BIOS, e, ancora più importante, al design del sottosistema di alimentazione della scheda madre.

Credit: Chiphell
Intel Rocket Lake Z490 Chiphell

Il primo motivo dell’incompatibilità risiederebbe nel chipset. La famiglia desktop della serie 400 di Intel è composta da sei chipset: Z490, W480, Q470, H470, B460 e H410. A loro volta, i chipset Z490, W480, Q470 e H470 formano il gruppo Comet Lake PCH-H, mentre i chipset B460 e H410 appartengono al gruppo Comet Lake PCH-V. Come ha spiegato l’autore, ogni processore possiede un CPU_ID che il chipset utilizza per identificare il chip. Logicamente, il processore non funzionerà se il chipset non riconosce il CPU_ID. Apparentemente, la soluzione alternativa è semplice e consiste nel disabilitare CPU_ID nella sezione Intel Management Engine (ME) del BIOS. I fornitori di schede madri, come Gigabyte, hanno trovato una soluzione più elegante che consiste nell’inserimento di un chipset diverso nelle schede madri H410, come vi abbiamo riferito nella giornata di ieri.

Anche il BIOS gioca un ruolo importante nel supporto del processore. Se il microcodice del processore non è nel database, il chip ovviamente non funzionerà sulla scheda madre. È possibile che Intel avesse già deciso che i chipset Comet Lake PCH-V non avrebbero supportato Rocket Lake, quindi i processori non sono stati presi in considerazione durante lo sviluppo del BIOS. Ancora una volta, la soluzione sarebbe quella di estrarre il microcodice dal BIOS di una motherboard Z590 ed inserirlo in una altra scheda madre. L’ultimo, e probabilmente più importante, motivo per cui i processori Rocket Lake sono esclusi dalle schede madri della serie 400 ha a che fare con il sottosistema di erogazione dell’alimentazione, il cui compito è convertire le tensioni 12V e 5V in tensioni inferiori che il processore può utilizzare. In questo caso, abbiamo tensioni come Vcore (core), Vgt (core display), VCCSA, VCCIO, VCCM, VCCST, VCCST_PLL, solo per citarne alcune.

Credit: Chiphell
Intel Rocket Lake Z490 Chiphell
Credit: Chiphell

Secondo l’indagine dell’autore, i processori Comet Lake-S e Rocket Lake-S non hanno subìto alcun cambiamento nel Vcore e nel Vgt, al contrario delle tensioni VCCSA e VCCIO. Facendo un esempio, l’utente del forum ha analizzato la scheda madre ASRock Z590 Pro4 per trovare il controller Reneas RAA229001 che controlla la tensione VCCSA. Il precedente controller VCCSA, che operava in modalità fissa, presentava un PWM monofase con un MOS monofase e talvolta condiviso con il VCCIO. Con Rocket Lake-S, Intel apparentemente ha cambiato la modalità di erogazione di potenza del VCCSA in SVID. L’autore ha spiegato che la tensione di alimentazione è la stessa del Vcore, quindi il processore la controlla direttamente. Di conseguenza, non è possibile condividere l’erogazione di potenza o utilizzare un altro PWM. Per forza, è necessario un circuito integrato PWM conforme alle specifiche IMVP8 di Intel. Le schede madri prive di un controller SVID PWM non possono ospitare chip Rocket Lake-S.

Per quanto riguardo il VCCIO, nel post sono stati condivisi due schemi circuitali che mettono a confronto le schede madri B460 e Z590. Sulla base delle osservazioni dell’autore, il VCCIO per Rocket Lake-S è diviso in tre parti. Purtroppo, sulla scheda madre B460 non sono presenti linee di connessione al VCCIO_1_2. Per ragioni, che probabilmente hanno a che fare con la riduzione dei costi, i pin RSVD per le schede madri B460 e H410 sono vuoti, quindi non c’è alimentazione a VCCIO_1_2. L’autore ha fornito un elenco di schede madri Z490 che, secondo lui, non supporteranno i chip Rocket Lake, tra cui troviamo la Z490 S01 e Z490M S01 di MSI e le Z490 Phantom Gaming 4 e Z490 Pro4 di ASRock.

Intel Core i7-10700K dal clock base di 3,8GHz, socket LGA1200 e 125W di TDP è disponibile su Amazon a prezzo ribassato!