Tom's Hardware Italia
CPU

Intel Euclid, videocamera RealSense pronta all’uso

Intel Euclid e RealSense 400 sono le due novità per chi vuole rendere i propri robot autonomi.

Se avete letto altre notizie dall’IDF 2016 di San Francisco, come l’annuncio di piattaforme di sviluppo per droni e Open Alloy, la soluzione alla realtà virtuale senza fili di Intel, vi sarete accorti che una delle parole d’ordine di quest’anno è senza dubbio "RealSense". La videocamera Intel in grado di rilevare gli oggetti nello spazio è la soluzione per donare ai dispositivi "un’intelligenza visiva", caratteristica molto importante per interagire con lo spazio circostante.

realsenes2
RealSense 400

Per questo Intel arricchisce la linea di videocamere RealSense, che si compone:

Intel RealSense Robotic Development Kit: una scheda AAEON UP compatta dotata di videocamera RealSense R200, che permette agli sviluppatori di creare il proprio prototipo di robot in grado di riconoscere gli oggetti, le persone e di muoversi autonomamente negli ambienti. Sarà dotato di Linux pre-installato e supporterà il Robot Operating System (ROS). Disponibile all’acquisto dal prossimo mese.

Intel RealSense ZR300 Development Kit: questa videocamera e il kit di sviluppo abbina dati di profondità e motion-tracking di alta precisione. Assieme all’Intel RealSense SDK per Linux, include una tecnologia in grado di permettere "l’autonomus mapping e navigation", cioè la possibilità di muoversi autonomamente negli ambienti.

Intel RealSense Camera 400: questa è la nuova versione della videocamera RealSense che incrementa la precisione con il doppio dei punti 3D catturati al secondo e più del doppio  del range operativo.

realsense1
Intel Euclid

Intel Euclid Developer Kit: questo dispositivo integra funzioni di "sense, compute and connect", cioè la possibilità di rilevare informazioni ambientali, effettuare calcoli e trasferire le informazioni, così da rendere i robot autonomi e intelligenti. Dotato di processore Atom e videocamera RealSense, connettività wireless, il kit viene venduto con un applicativo pre-installato che permette di programmare velocemente il modulo, anche senza particolari conoscenze. Ci è stato mostrato durante l'IDF 2016 come fosse possibile, in un paio di click, impostare la videocamera e collegarla a un robot per renderlo autonomo nel seguire una persona.