Schede Grafiche

Intel ha svoltato con i driver grafici, ma è solo l’inizio

Intel ha pubblicato da qualche ora i driver 25.20.100.6471 per le GPU integrate nei processori Core, Pentium e Celeron dalla sesta generazione in poi. Si tratta di Universal Windows Driver (UWD), come abbiamo spiegato nelle scorse settimane, ma non è questa la cosa importante. E non c’interessano nemmeno le novità dei driver, che comunque potete leggere in questo PDF.

Sono importanti invece le prime righe delle note di rilascio, in cui Intel ci tiene a puntualizzare. “Questo driver segna il quattordicesimo rilascio nel 2018 che include miglioramenti e supporto a oltre 55 giochi sulla UHD Graphics 620 o migliore. Rimanete sintonizzati il prossimo anno per un maggior numero di driver mensili e supporto ai giochi. È solo l’inizio“.

Il colosso di Santa Clara promette non solo di aumentare il tiro per quanto riguarda la pubblicazione di driver per le proprie GPU integrate nel 2019, ma con “è solo l’inizio” sottintende che in previsione del 2020, anno in cui debutteranno le prime GPU dedicate progettate da Raja Koduri e il suo team, avremo sempre più dettagli sul percorso che porterà Intel in rotta di collisione con AMD e Nvidia in più settori.

Recentemente Intel ha parlato dell’architettura grafica integrata Gen 11, mostrandola alle prese con una demo di Tekken 7. L’azienda, con la prossima GPU integrata nelle CPU a 10 nanometri, punta a ottenere una potenza di 1 teraflops con calcoli in virgola mobile a 32 bit e 2 teraflops con calcoli in virgola mobile a 16 bit, consumando poca energia. In base a quanto noto finora, la GPU conterrà 64 execution unit (EU) al posto dei 24 EU della Gen9. Ci saranno inoltre tanti altri miglioramenti, che v’invitiamo a leggere in un articolo dedicato.

Per quanto concerne le GPU dedicate, Intel le porterà in ogni settore – datacenter, workstation e PC per il gaming. Il progetto è noto come “Xe“, ma al momento non ci sono informazioni concrete, con l’azienda che si è limitata ad affermare che tutto procede per il meglio in vista del debutto fissato per il 2020.