CPU

Intel, Horse Creek userà il nuovo e potente RISC-V P550 a 7nm

SiFive, azienda leader nella progettazione di chip basati sull’architettura open source RISC-V, ha annunciato oggi la sua nuova linea di chip SiFive Performance che supportano i sistemi operativi a 64 bit, come Linux. L’azienda afferma che i processori P550 sono i core RISC-V più veloci sul mercato e offrono prestazioni superiori ai chip Cortex-A75 di ARM in termini di efficienza in rapporto all’area occupata. Non sorprende di certo che Intel, stando a quanto riferito da Bloomberg, abbia offerto due miliardi di dollari per acquistare l’audace startup, oltre ad annunciare che avrebbe adottato i design per la sua futura piattaforma Horse Creek. Intel non ha ancora condiviso molti dettagli su quest’ultima, ma, dato che utilizzerà il suo nodo di produzione a 7nm, è possibile che arriverà sul mercato solo nel 2022 o 2023.

Intel RISC-V P550 Horse Creek

RISC-V è più comunemente usato nei microcontrollori e nei chip piccoli e semplici, guadagnandosi una certa popolarità popolarità del settore. La serie Performance di SiFive è un design application processor-class, il che significa che i chip hanno un’unità di gestione della memoria (MMU) che consente l’esecuzione di un sistema operativo, in questo caso Linux (sebbene ciò non significhi che si tratti di una macchina general-purpose). Questo è preferibile ai sistemi operativi in tempo reale (RTOS) comunemente usati per le applicazioni embedded.

SiFive afferma che il suo nuovo core Performance P550 è il processore RISC-V dalle prestazioni più elevate sul mercato, con un punteggio SPECINt 2006 di 8,65/GHz. Il P550 può essere dotato al massimo di quattro core che possono occupare la stessa area di silicio di un singolo core ARM Cortex-A75, ma SiFive afferma di battere l’A75 a livello di performance. Il P550 è basato sulla microarchitettura U84 di SiFive con una pipeline out-of-order triple-issue a tredici stadi.

Intel RISC-V P550 Horse Creek

Il Performance P270 viene classificato come processore in-order a otto stadi dual-issue che supporta RISC-V Vector Extension v1.0, rendendolo, secondo SiFive, un candidato ideale per sostituire le architetture SIMD. SiFive offre anche il suo software Recode per tradurre il software SIMD esistente dalle architetture “legacy” esistenti al codice di assemblaggio vettoriale RISC-V.

Nel caso siate interessati ai design RISC-V, SiFive terrà un nuovo webinar il prossimo 14 luglio, al quale è possibile registrarsi al seguente indirizzo.

Alla ricerca di un nuovo PSU per alimentare la vostra prossima GPU? Corsair RM750X, alimentatore modulare da 750W, è disponibile su Amazon.